se io dico la verità agli umani, circa, Unius REI

Benjamin Netanyahu ] se io dico la verità agli umani, circa, Unius REI? poi, io faccio del male, sia a loro, che anche a me [ questa è la verità: "UNIUS REI è IL GOVERNATORE POLITICO DI TUTTO IL REGNO ETERNO DI DIO JHWH: IL SUPREMO ETERNO AMMINISTRATORE UNIVERSALE" ] ma, lorenzoJHWH il Messiah ebreo, e lorenzoALLAH il Mahdì islamico umanista: sono soltanto cariche politiche transitorie! [ DOPOTUTTO, IO NON PRENDERò IL CONTROLLO DI QUESTO PIANETA SENZA IN CONSENSO DEI CANNIBALI BUSH 322 KERRY, CHE, loro STANNO SULL'ALTARE DI SATANA... E NON è CHE LORO SONO DEI BRAVI RAGAZZI: "NO!" soltanto che, i so, come calpestarli e costringerli al mio volere! ]
=======
open letter to Recep Tayyip Erdoğan] i discorsi che, io potrei fare alla tua smodata stupidità: ideologia nazionalistica: e alla tua sete: di: follia, per costruire: il tuo nuovo: imperialismo ottomano Secondo? sono tutti discorsi numerosi e complessi! ma, io ti dirò una sola cosa [ TUTTE le Guerre è sempre Rothschild, che, le vince.. ma, tu certo, poi, vincerai l'inferno soltanto! TUTTAVIA NON C'è NULLA DI DIVERSO: A TROVARE: PRIMA DELLA GUERRA: QUELLO STESSO BUON SENSO: CHE PUò ESSERE TROVATO DOPO LA GUERRA! ] io ho partecipato alla celebrazione patriottica del 24 maggio 2015, il 100° anniversario della fine della Prima guerra mondiale.. Questa celebrazione è durata due ore e mezza, perché, è stata fatta la lettura di tutta la storia della prima guerra mondiale.. SOFFERENZE E CRIMINI DI STATO, CHE MAI UNA STORIOGRAFIA DI REGIME POTRANNO FAR PASSARE COME QUALCOSA DI EROICO! chi è intelligente? lui non fa la guerra! MA, TU SEI INTELLIGENTE?
open letter to Recep Tayyip Erdoğan ] REALLY TU SEI UN UOMO DI PACE? [ ALLORA:  1. tu rinuncia al nazismo della Shari'a; 2. tu smetti di mettere a figliare, come coniglie, le tue bambine preadolescenti! tu hai 500.000 ragazzine, che stanno figliando soldati per la tua guerra di annessione di: Balcani, Grecia, Egitto, Libia, Sicilia, Israele, Siria, Iraq e Iran..
open letter to Recep Tayyip Erdoğan ] e perché tu hai pensato, 4 anni fa, circa, che, tu potevi nasconderti da me: soltanto: perché tu eri dietro un canale di youtube? [ TU MI HAI DETTO: "LA SICILIA è STATA NOSTRA!" ] ed io cosa ti dovevo dire? ma: "Anche la Turchia, era la nostra, prima che tu facessi il GENOCIDIO dei Bizantini!" ] io ho una notizia per te [ TU SEI UN UOMO MOLTO TRISTE E MALATO, TU TROVA UNO SPECIALISTA BRAVO CHE TI POSSA CURARE!
open letter to Recep Tayyip Erdoğan] non sono mai riusciti a vincere una scommessa contro di me: i supremi sommi sacerdoti di satana: Anna, Caifa, Talmud Kabbalah, SpA, NWO, Rothschild 322 LaVey Kerry 666 Bush, contro di me.. come potresti tu vincere un scommessa contro di me? ANCHE UN CANE è MIGLIORE DI TE!
open letter to BOIA Recep Tayyip Erdoğan maniaco religioso assassino ] se, Farisei satanisti massoni: agenda Talmud Enlightened: loro non tiravano la ciola ad ARABIA SAUDITA? e se, Arabia Saudita, non tiravano la ciola a te? noi non avremmo mai avuto nessuna galassia jihadista terrorismo shari'a nel mondo intero! DOVE TU STAI E STAI? IO TI VERRò A CREPARE IN CORPO!
open letter to Recep Tayyip Erdoğan. Allah Akbar: genocidio a tutti i goym israeliani senza genealogia paterna ] è INUTILE , che tu insisti, con il fare lo scemo, contro di me: io non sono alla porta: di un verme come te! [ CHE QUELLA CANCEROGENA DI EMMA BONINO BILDENBERG, LEI LO DISSE, CHE, CIrCA LA IMPOSSIBILITà DI IMPORRE UNA PACE IN SIRIA, ERA PERCHé C'ERA UNA LOGICA, DI GEOPOLITICA imperialismo: OCCULTA della ARABIA SAUDITA NELLA REGIONE! ... ed è chiaro che i satanisti cannibali SpA Fmi Farisei stanno dietro di te.. altimenti, quel vomito di una strega, che tu sei? non avrebbe, mai, potuto sopravvivere!
==============================
my JHWH holy ] Bush 322 Kerry 666 Rothschild, CIA, 187AudioHostem: loro hanno fatto i cannibali, con: 200.000 sacrifici umani sull'altare di satana: ogni anno, ed indemoniati turchi sauditi OCI ONU Amnesty: ideologia Obama GENDER Bildenberg, Salafiti shari'a islamici, Farisei Enlightened usurai, che, finanziano Israele di giorno, ma, che in realtà: di nascosto di notte con il favore delle tenebre: complottano continuamente contro Israele: insieme al loro sistema massonico Bildenberg, Trilaterale, ecc.. questa è la Kabbalah applicata alla agenda del talmud segreto satanico... criminali massoni, affaristi, spregevoli, abominevoli, vandali, approfittatori di orfani e vedove: ladri, bugiardi ipocriti, si sono moltiplicati nel mondo: quindi, il pianeta è stato tutto: profanato con ogni crudentà, mostruosità, cinismo malvagità ed ipocritia! ma, ADESSO LA MIA UNIVERSALE ED ETERNA AUTORITà POLITICA PRETENDE LA SODDISFAZIONE DELLA SUA IRA! sangue chiama sangue: la legge del taglione!
=====================================
King SAUDI ARABIA ERDOGAN ] jihad shari'a ummah: teologia della sostituzione genocidio a tutti Allah Akbar è un nazista [ Sai amico mio? se, Allah non era con te a LEPANTO o a Vienna? Poi, io penso che, il tuo complotto contro Israele e contro tutti i popoli? finirà in tragedia! E quello che, io penso veramente: di te, è che tu non hai nessun rispetto, nessun interesse, e nessun impegno di voler proteggere l'Islam veramente! ... ma, come tu puoi pensare che i satanisti Bush 322 Kerry e la abominazione contro natura di Obama GENDER, loro possano voler fare del bene proprio a te? PIATTOLA, IL SANGUE DEI MARTIRI CRISTIANI DI CUI TU TI SEI IMBEVUTO? TI HA DATO ALLA TESTA!
non è colpa mia: è Gesù che ha detto che a sinistra stanno le capre e a destra stanno le pecore!
Hai aggiunto Scavatrice Lavatrice ] [ ⁠[23/5/2015, 21:25] +39 320 570 8054: ⁠⁠😄 C'è a chi il cuore batte a sinistra: e lui non sa ancora che questa é la sua disgrazia. ..  😄 e c'è anche, a chi il cuore non ha ancora iniziato a battere per nessuno 😀
lorenzoALLAH
Benjamin Netanyahu ] di che cosa tu ti meravigli? [ tutti i sommi sacerdoti di satana: tutto il copo simbiotico collettivo: universale: la "ENTITà", alieni zombies, cannibali, vampiri, streghe demoni, JabullOn Satana, Belzebul, Baal, Lilit, ecc.. Fmi Gmos Spa Nwo, sanno molto bene, che, se io fossi ucciso, mi trasformerei in un fantasma, e andrei a ghermire la loro anima, sulla punta gelida della mia spada! [ la mia vita non è protetta da Dio, ma, dal terrore che di me hanno tutte le anime, che sono state maledette all'inferno!
KingxKingdom Unius REI
ok sacerdote di satana Kerry CIA SpA, ONU, OCI, NATO, 322 Obama GENDER, Rothschild 666 Bush NWO BILDENBERG GMOS AGENDA, HALLOWEEN, JABULLON BAAL, DATAGATE, FMI FED BCE, TRUFFA ] CON VOI FACCIAMO I CONTI DOPO [ caro Marcello Gemmato, Fastweb mi ha detto: che non era colpa tua il blocco della tua mail, contro di me:(ed io ti ho creduto immediatamente) e non era neanche colpa sua di Fastweb ... e che in internet quello che può succedere non sempre può avere una spiegazione [] ovviamente, questo è il bello della diretta, ma, la vera amicizia può superare ogni incomprensione
Informazioni su KING MAHDÌ X PALESTINE? I AM!
[Egypt] the Turks have said: "Armenians" is the name of a flower! "of all Muslims? You are only one, who has not been Able: the genocide of Christians of doing: That is dirty work, That Muhammad has said: of do, to you! Now, Those guys Copts? They are not guilty, if you're gay, and if survived are: to 1400 years: of: massacres: rapes, kidnappings, robberies: abuse: violence: and all atrocities! if you, now, not take: to kick in the ass, all men of religion: from politics and hunted them? this way: if, you not give up at sharia: Immediately and forever! will do this nuclear world war: where, at last: this damn Koran: will be abolished forever! Because, where Christians have failed? Satanists enlightened Jews of IMF_NWO? They Do not fail! for you, an idiot evil, buying interest at Their Own Money by Satanists? You have no hope!@ Iraqikurd4ever - .. Come out: Coward! excrement of a Muslim that: is the child of the relationship monstrous between Mohammed and the devil! Do not hide: yourself behind your computer!! evil coward of a Muslim: the servant donkey of the criminal Muhammad: the full of demons! In fact, you can not be a servant of Allah! how you can ask for compassion for your people? If you do not know to have compassion for other people? How, you think have the freedom to be a Muslim, though: then you choke the freedom to a Christian, that can not be so? Hell is the place of criminals Muslims like you!
yes, I am Unius Rei Mahdì king of Palestine and Israel
Unius Rei for Universal Brotherhood:
ie, one only king on the world..
certo, non è facile amare i musulmani: quando, i criminali: della sharia: fanno 300: martiri cristiani ogni giorno: ma, è proprio questo: che: Dio, mio Allah: lui vuole da me, ed anche io come ogni buon musulmano: anche io devo fare la mia sottomissione, a questo strano amore di Allah: ed è proprio questo: che: io farò... 1. perché gli angeli sanno: che: il cuore è sincero.. 2. perché, io non voglio che i satanisti ebrei americani: fanno all'islam Coranico: tutto quello: che: loro hanno: già fatto contro il Nazismo, poiché, le verità: dei vinti? poi sono sempre occultate dai vincitori! Infatti: Hitler vinse contro il signoraggio bancario: ma, lui perse, quando prese in se stesso: lo stesso odio razzistico del talmud

Certainly, it is not easy to love Muslims: when the criminals: of the Sharia: do 300: Christian martyrs every day, but it is precisely this: that God, my Allah: he wants from me, and I also like any good Muslim : I also have to make my submission, at this strange love of Allah and it is this: that: I will ... 1. because the angels know: that: the my heart is true .. 2. because I do not want that Satanists American Jews: do Qur'anic Islam: everything: that: they: have done against the Nazis, because the truth of the vanquished? then they are always hidden by the winners! In fact, Hitler won against the bank seigniorage, but he has lost when he took himself, the same hatred of the racist Talmud
MercyChristLord
satanist -- HomoFugitVelutUmbra (5 hours ago) Remove | Block User | Spam
Do you really love Islam?
MercyChristLord
Of course! I am Mahdi
but, is for My holy Islam, but is not for Sharia
thecopticmartyrs2
[Egypt] you have heard, as the Turks have said: "Armenians" is the word of a grass!"Of all Muslims? You were been the only one who was not capable of doing the genocide of Christians: namely, that is dirty work, that Muhammad said to do to you! Now, those guys of the Copts? they are not guilty, if you're gay, and if they have survived: to 1400 years of: massacres: rapes, kidnappings, robberies: abuse: violence: and all atrocities! now? or you take:to kick ass all the men of religion from politics and hunted them? this way: you give up sharia: immediately and forever! or: we will do this: nuclear world war: where At last: this damn Koran will be abolished for ever! Because, where Christians have failed? Satanists Jews of enlightened IMF_NWO? they do not fail!
@Rothschild - Do not feel guilty yourself more and more! Because: your father has Killed Jesus of Bethlehem .. Because it was right: that: he was to die That Way, for our sins! Stop: to make the synagogue of Satan, to continue: to do harm to Christianity and at Jews, Because: Would it end in tragedy for you and your .. In fact, as God has sent the word of only one man: Moses to save your father? Could now send only the word of one man: "REI unius" to ruin your life! I'm not like mortals .. I did not need my biological body: to complete my mission!
@Iraqikurd4ever-- mine is not hate! I never thought to be God. since this is an abomination. I am only a servant of God like you, but I have accepted: that in Jesus (real man) (that also is
sufi.it/Islam/cupola.htm
di lorenzoALLAH    Data di iscrizione 07/ott/2011
    Paese Israele JHWH the King of kings
    1.241 iscritti
    KingxKingdom
    all on David Duke
    Ron Paul PresidenT
    Canale di WakeUpUSAxRonPaul
    all christian martyrs will win
    king of Israel Unius Rei Mahdì
    the metaphysical universal
    Creation in the XXIst century
    Evolution is Crime Ideological
    Middle East
    East Asia
    South Asia
    Central Asia
    South East Asia
    North Asia
    South West Asia
===================
why criminal and satanic arab league shari'a ? ... Lorenzo, You and I hold the key to effectively fighting the battle against persecution: prayer.
And prayer is the number one request we get from persecuted believers!
This does not take away from the importance of your financial support in providing safe havens and essential supplies for persecuted Christians on the front lines of the spiritual battle. Our continued ministry, even this month, depends on the financial support of friends like you.
However, without prayer, our effort is like trying to build a house without a foundation. Prayer undergirds everything we do as an absolute necessity.
So I want to ask you today to please pray. Pray specifically for Christians facing intense persecution, like this dear brother we received a report on...
In a Middle Eastern country one of our key contacts [in the field] – I will call him “Brother M” – has been placed under arrest. God has already answered prayer in that the authorities have released him on bail. But he continues to be under surveillance and our networks that have taken years to build could be discovered and dismantled. The situation is incredibly serious, so please pray that our brother would be encouraged and victorious!
Please download the Open Doors Prayer Calendar for detailed prayer points for our persecuted brothers and sisters. Monthly Prayer Calendar
The first thing that many persecuted Christians ask for is prayer. Our monthly prayer calendar is a resource you may use to lift up the persecuted Church in prayer on a daily basis. Access it by clicking on the button below
https://www.opendoors.org.za/downloads/pray_pdfs/pc_june_2015
Be assured that as a vital part of this unified body, your prayers and financial support will have a powerful impact today! Thank you! Jan Gouws. Executive Director, Open Doors South Africa
========================
Our Monthly Newsletter. The monthly prayer calendar, along with our monthly newsletter, is available via post. Should you wish to receive it, please: Weekly Church Prayer Request.
The Weekly Church Prayer Request is a prayer resource available to churches. This resource focuses on one country, per week, out of the 50 countries in the world in which Christians experience persecution and restrictions as a result of their faith.
Prayer groups near you. Whether you have a group, or just two or three who will meet with you, you can pray effectively for persecuted Christians. We will tell you their stories so that you may understand their needs. Invite your friends, neighbours and members of your fellowship group to join you in prayer.
Find Prayer Groups. Small Group Inspirational Guide
Our Small Group Inspirational Guide is a guide as well as a prayer resource for small group leaders. Each guide covers a period of eight weeks - a new guide is available every other month.
==========================
[23/5/2015, 15:42: CARO ***, ti invito a non scoraggiarti, per la cafonaggine di qualcuno, per la mia cafonaggine, [ quante volte tu avresti voluto essere perdonato? ora tu perdone me! ] io credo che, attraverso, il nostro prezioso Marcello Gemmato (uno degli uomini più umili che io ho incontrato in tutta la mia vita), i Mps, ecc.. la nostra Giorgia Meloni, On. Storace: Schittulli e Bellomo, loro sono tutti quì, in mezzo a noi, perché, infatti, non ci vuole niente a fare un copia- incolla, ed a trasferire messaggi... loro? hanno già letto il tuo messaggio.. vuoi rientrare nella Chat? non gettare la spugna alla prima difficoltà ... infatti, quello che tu hai detto, la tua stessa presenza è molto potente.. e purtroppo, nella nostra coalizione (senza della quale nessuno di noi: ha la speranza di prendere il controllo del nostro Paese Nazione) non tutti hanno imparato a vincere, dominare, la loro invidia, ed il loro settarismo.. egoismi, che non devono essere aggrediti, puniti: necessariamente (infatti io non ho censurato bannato nessuno), perché, in una famiglia non si getta nessuno dalla finestra, ma, si sa attendere i loro ritmi di crescita.. tutti in una famiglia sono preziosi! un proverbio cinese dice: "un chicco di riso può fare spostare la bilancia".. questo strumento Chat così molto umile è anche molto potente! Ma fino ad ora, fino a questo momento: nessuno di voi ha proposto a me l'ingresso di amici, in questa Chat di gruppo!
[24/5/2015, 08:43: Rilievi di incostituzionalità sul DDL 2994 (magistrato dott. Ferdinando Imposimato):
1) disparità palese sulla titolarità d’istituto tra docenti e personale Ata, nonché rispetto al resto del pubblico impiego. (Tutti hanno un posto fisso anche quello che guida l’autobus mentre con il DDL 2994 gli insegnanti vengono inseriti nell’organico funzionale che li spedisce in una scuola poi in un’altra e poi in un’altra ancora a coprire le assenze dei colleghi o per piccole supplenze). Questo vale anche per il personale della scuola in esubero.
2) Valutazione impropria della funzione docente da parte di chi non ha le competenze adeguate. (I genitori e gli alunni del comitato di valutazione). Immagina un chirurgo che sta operando e il paziente mentre è sotto i ferri alza il dito ed afferma: “Mi scusi dottore ma la sutura è fatta male…”. Mi sembra al quanto surreale non credi?
3) Il POF (piano dell’offerta formativa) verrebbe approvato dal Consiglio d’Istituto cancellando di fatto la collegialità e l’organo preposto alla definizione del POF che è il Collegio dei Docenti. (Anche qui è impensabile lasciare nelle mani di mamme e alunni il potere di decidere su quale didattica sia migliore… )
4) Gli insegnanti sono lavoratori non subordinati . La libertà d’insegnamento è un diritto indisponibile, nel senso che non può essere modificato se non si modifica la Costituzione. Per questo motivo i docenti sono lavoratori non subordinati. Se venissero scelti da un dirigente scolastico + comitato di valutazione, diventerebbero dei semplici impiegati e soprattutto ricattabili dai genitori (conflitto d’interesse).
5) Questo DDL 2994 confligge dai Decreti Delegati, nel senso che l’impianto normativo del DDL 2994 + le leggi deleghe, + gli atti + le circolari ministeriali + le note ministeriali non sono sottoponibili al parere obbligatorio non vincolante del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione, per questo motivo il Consiglio di Stato ha sentenziato il rinnovo dei membri del CSPI.
6) Il DDL 2994 confligge con l’art. l’art. 97 della Costituzione, ai sensi del quale “agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni si accede mediante pubblico concorso”, codifica un vincolo di imparzialità nell’assunzione dei dipendenti pubblici. In ambito scolastico le garanzie di imparzialità e pari opportunità del personale scolastico sono attualmente assicurate da un sistema fondato sulla graduazione degli aventi diritto in forza del possesso di determinati requisiti soggettivi: la scelta dell’amministrazione non è libera, ma ancorata a rigidi parametri predeterminati.
7) Le graduatorie di merito devono rimanere in vigore per tre anni, invece per diverse classi di concorso le assunzioni degli idonei sono state bloccate. Il DDL 2994 come emendato all’art. 8 congela le assunzioni fino al 2016-2017 pertanto va contro i tre anni della graduatoria.
Aiutami a diffondere. Se potete, firmate la richiesta di referendum contro il ddl. Io l'ho fatto: basta un minuto. Il  referendum è la più importante delle possibilità ultime che abbiamo. Se si raccolgono le 500.000 firme minime, il Governo non potrà più essere sordo alle parti contrarie.
https://www.change.org/p/scuola-genitori-personale-ata-firmate-per-la-richiesta-referendum-popolare-sulla-buona-scuola?recruiter=57718476&utm_source=share_petition&utm_medium=facebook&utm_campaign=autopublish&utm_term=mob-xs-share_petition-no_msg
[23/5/2015, 20:23] [20/5 22:18] Giovanna Ass.a: [20/5 16:10] Marilù: Ieri alle ore 16:30 io e il mio collega Renato entravamo in aula dopo averci privato di borse e cellulari. Ci hanno fatto leggere un avviso in cui raccomandavano di non parlare (neanche fra di noi), non fare gesti o qualsiasi movimento che potesse infastidire i parlamentari e il corso dei lavori in atto. Il numero dei partiti d'opposizione era inferiore ma, mentre a turno intervenivano per ostacolare l'approvazione dell'articolo in discussione con arringhe più o meno accaldate, il resto dei parlamentari si faceva i fatti suoi (chi usciva, chi entrava, chi leggeva e parlava con il vicino...) di tanto in tanto entravano le showgirls della politica italiana (Carfagna, Gelmini....) sempre accompagnate da un uomo (portaborse o segretario)...Nel totale brusio si effettuava la votazione che riguardava i finanziamenti alle scuole private, e venivano sistematicamente approvati gli articoli del DDL Renzi, Ad un certo punto abbiamo notato che alcuni esponenti di Forza Italia, durante la votazione, correvano a cliccare nei posti vuoti dei colleghi che in quel momento non erano in aula....c'è stato un momento di indignazione nell'area dell'opposizione e dalle tribune dove eravamo noi puntualmente rimproverati e minacciati dai custodi dell'aula che avevamo alle spalle (quelli che guadagnano 4 volte più di noi....). Mi è sembrato di stare in un altro pianeta...con persone che non avevano niente a che fare con docenti studiosi, bambini, scuole, società, realtà....un grumo di esseri che però ha il potere di decidere sui docenti, i bambini, le scuole, la società....Disgustati io e Renato usciamo dopo circa un'ora Fuori centinaia di colleghi stanchi e provati, tra le bandiere delle varie sigle sindacali, rivendicavano i diritti costituzionali per il bene della nostra società democratica.....Ma com'è stato possibile che gente di così basso profilo culturale, etico, politico...abbia preso le redini delle nostre vite e determinato il nostro presente e futuro???? NON PERMETTIAMOLO! POTREMMO PENTIRCENE AMARAMENTE A BREVE TERMINE QUANDO APRENDO GLI OCCHI CI RENDEREMO CONTO CHE SIAMO ENTRATI NEL BARATRO DI UN REGIME TOTALITARIO. I SEGNALI CI SONO TUTTI E QUELLO PIU' ELOQUENTE E' L'EPURAZIONE DEL MONDO INTELLETTUALE: I DOCENTI. SVEGLIAMOCI!!!! SE SAREMO UNITI E COMPATTI VINCEREMO! [20/5 16:11] Marilù: Me lo ha inviato una collega .... ieri queste due persone erano uditori alla camera [20/5 22:18] Giovanna Ass.a: IO NON VOTO IL PD. DI RENZI che vuole disintegrare la scuola pubblica. Facciamo girare. Ognuno lo inoltri ad almeno 5 contatti e raggiungiamo entro oggi un milione di adesioni!
=============================
open letter to ROTHSCHILD ] la mia Chiesa ha subito un eccellente restauro, quindi, la levigatrice ha eliminato dal marmo, l'escremento della immagine di tuo nonno, da sotto la grande Croce posizionata sul suo piedistallo alla destra dell'altare.. Ma oggi, giorno di Pentecoste: Domenica 24 maggio 2015.. io ho notato che la Stessa Santa Croce, era stata posizionata al lato sinistro dell'Altare.. così, io sono andato sicuro di trovare di nuovo il tuo antenato.. ed in realtà io vi ho trovato tutta la Grande famiglia dei maledetti usuri commercianti di schiavi: tutti i tuoi maledetti farisei massoni salafiti, che sfruttano come schiavi: i goym dalit dhimmi! La votra falsa religione Islamica Talmud Corano Induismo? NON RIUSCIRà A SALVARVI DALL'INFERNO! e dove si sono messi? proprio sul mattone dove io sono costretto ad inginocchiarmi per suonare la campanella al momento della elevazione delle specie eucaristiche! Quindi la levigatrice, ha cancellato da una parte ed ha fatto affiorare dall'altra! Ma, nessuno poteva pensare che la Croce che è sempre stata da 100 anni sulla destra dell'Altare sarebbe potuta passare sulla sinistra dell'Altare! MA, QUESTA è LA VERITà, SE TU NON AVRAI COMPASSIONE DEL GENERE UMANO: IO CERTO NON AVRò NESSUNA COMPASSIONE, ne DI TE, e neanche di LORO: tu diglielo ai tuoi complici in Arabia SAUDITA!!
=======================
In ONORE DEI NOSTRI CADUTI DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE ] [ oggi, parteciperò, come guida spirituale, ad una commemorazione in onore dei nostri caduti della PRIMA Guerra Mondiale, organizzata da un gruppo ricreativo culturale: locale storico di Alleanza NAzionale, partiremo da Piazza Porta Nuova: di Ceglie del Campo, alle 15,30, per arrivare al Cimitero, e poi, dal cimitero andremo al monumento di Padre Pio. per le 16,30 tutto si concluderà. Quindi un mecenate del gruppo, ha già organizzato la posa dei fiori al monumento dei caduti di Carbonara, quindi, questa mattina a Ceglie del Campo: la Banda ha suonato il silenzio, e iniziative musicali nella stessa Piazza Porta Nuova, ci saranno in serata!
La situazione è più grave del previsto: i neo immessi in ruolo, i perdenti posto e chi chiede trasferimento saranno inseriti nell'organico dell'autonomia.... Vuol dire che andranno a finire in una graduatoria regionale e non avranno più la possibilità di avere una scuola fissa! Quel che è peggio è che se nessun dirigente li chiamerà per insegnare, lavoro per cui una persona si è laureata e specializzata, in quell'anno saranno utilizzati per le supplenze su scala REGIONALE!!! Le graduatorie di prima, seconda e terza fascia seppur tenute in vita non saranno più utilizzate, giacché i docenti di ruolo, sopra menzionati, saranno i supplenti del domani... Sempre utilizzati in tutta la REGIONE! Scompariranno man mano così l'organico di diritto e di fatto e tutti i docenti entreranno NELL'ORGANICO DELL'AUTONOMIA per FARE, se va bene, i DOCENTI viceversa SUPPLENTI di regione! DIFFONDETE PER FAVORE! FALLO GIRARE TRA I COLLEGHI DI RUOLO FORSE NON SONO INFORMATI DELLA FINE CHE FARANNO CON QUESTO "DISEGNO DI LEGGE"
Cosa puoi fare adesso: Condividi la petizione con i tuoi conoscenti per aumentare le probabilità che la petizione vinca. Ciao, Ho appena firmato la petizione, "Scuola, genitori, personale ata: Firmate per la richiesta referendum popolare sulla Buona Scuola". Credo che questo sia importante. La firmerai anche tu?
http://www.change.org/p/scuola-genitori-personale-ata-firmate-per-la-richiesta-referendum-popolare-sulla-buona-scuola
 ========
Climate Change Now top National Security Priority. obama-climate-change. Click here to watch: Obama Decides to Double Down on Climate Change as his National Security Priority. At a time when the U.S. military is facing threats on multiple fronts -- most immediately, the advances of the Islamic State in Syria and Iraq, where the terror group recently seized Ramadi -- President Obama told U.S. Coast Guard Academy graduates that climate change needs to be added to that list of threats. "This is not just a problem for countries on the coast or for certain regions of the world. Climate change will impact every country on the planet. No nation is immune," the president said. "So I am here today to say that climate change constitutes a serious threat to global security, an immediate risk to our national security, and, make no mistake, it will impact how our military defends our country. And so we need to act -- and we need to act now." The president delivered the message at the Coast Guard Academy in New London, Conn. The president in recent months has pressed for action on global warming as a matter of health, as a matter of environmental protection and as a matter of international obligation. He even couched it as a family matter, linking it to the worry he felt when one of his daughters had an asthma attack as a preschooler.
Watch Here. His speech to the cadets, by contrast, focused on what the Obama administration says are immediate risks to national security, including contributing to more natural disasters that result in humanitarian crises and potential new flows of refugees. Further, the president said he sees climate change aggravating poverty and social tensions that can fuel instability and foster terrorist activity and other violence. Obama said the cadets would be part of the first generation of officers to begin their service in a world where it is increasingly clear that "climate change will shape how every one of our services plan, operate, train, equip and protect their infrastructure." As for the impact in the U.S., Obama pointed to streets in Miami and Charleston, S.C., that flood at high tide and to military bases around the country already feeling negative effects. "Around Norfolk, high tides and storms increasingly flood parts of our Navy base and an air base," Obama said of military facilities in Virginia. "In Alaska, thawing permafrost is damaging military facilities. Out West, deeper droughts and longer wildfires could threaten training areas our troops depend on." With the Republican-led Congress resistant to Obama's push for more environmental regulation in response, the president has been using executive orders to cut greenhouse gas emissions and making the issue a theme of speeches. But his climate change agenda has drawn strong political opposition and a number of legal challenges. Many of the GOP presidential candidates for 2016 have said that taking unilateral steps to address climate change could hurt the U.S. economy.
Source: Fox News. CLICK HERE TO FORWARD THIS EMAIL TO YOUR FRIENDS
===========
Hola lorenzo: No sé si te habrás enterado. Hace unas semanas saltó a la prensa el caso de una niña de 10 años violada por su padrastro. Amnistía Internacional agarró el caso como bandera de la defensa del aborto. El ministerio de Salud  de Paraguay ha negado el aborto por ser inconstitucional e ilegal. Pero sobre todo, porque no ayuda a mejorar la situación de la niña. ¿De qué le sirve a la niña ser madre de un hijo muerto? La niña está siendo debidamente atendida y se encuentra bien dentro de la situación.
Pero Amnistía Internacional insiste. No suelta la bandera. No es que le preocupe la niña. Están utilizando a la niña para su nefata causa. Una injerencia ideológica absolutamente inaceptable.
¿Quieres mostrar tu rechazo a las prácticas de Amnistía Internacional?
http://www.citizengo.org/es/22290-cese-injerencia-ideologica-amnistia-internacional
Como probablemente sepas, el caso de Paraguay no es el primero. Amnistía lleva agarrando casos de niñas violadas por padrastros desde hace tiempo. Lo hizo en Nicaragua y El Salvador. Y en México elevó un informe recomendando el aborto libre como "derecho”. ¿Quiénes se han creído los de Amnistía?, ¿defienden la vida sólo después de haber nacido? Una vergüenza, lorenzo. Les da igual la niña, les da igual la legislación, les da igual todo. Lo único que pretenden (con muchos dólares) es IMPONERNOS su ideología nefasta y mortal. Pre$sione$ extranjera$ se llaman... Y ya está bien. Ya está bien de que vengan con su prepotencia a enseñarnos el nuevo catecismo del bien y del mal. Ya está bien de que ninguneen nuestra legislación y nuestro gobierno. Ya está bien de que se rían de nuestra soberanía.
¿Quieres decírselo tú ahora?
http://www.citizengo.org/es/22290-cese-injerencia-ideologica-amnistia-internacional
En medio de este acoso, el ministerio de Salud paraguayo se está comportando ejemplarmente. No sólo ha rechazado el aborto, sino que ha publicado nuestra campaña en su página web:
Pero la campaña de Amnistía Internacional continúa. Han lanzado una campaña en internet para pedirle al presidente que permita el aborto de la niña. Y ya son miles los que han firmado. De momento, son más que nosotros. ¿Lo vamos a permitir?
lorenzo, te pido un gesto de solidaridad con Paraguay. Ahora le toca a Paraguay, pero nos puede tocar a nosotros en cualquier momento. Su estrategia es legalizar el aborto en toda América Latina.
Varias organizaciones provida de varios países ya se han manifestado en un desplegado publicado en la prensa.
http://www.citizengo.org/es/22290-cese-injerencia-ideologica-amnistia-internacional
Gracias, lorenzo, por apoyar esta campaña. Juntos construimos un mundo mejor para nuestros hijos; un mundo en donde se respete al menos el principal de los derechos, el derecho a la vida.
Cualquier novedad, te iré contando. Un fuerte abrazo, Luis Losada Pescador y todo el equipo de CitizenGO. PD. Gracias, lorenzo, por apoyar esta campaña. ¿Puedes publicarla en tu página de Facebook para que más gente se pueda sumar?
PD2. Si quieres estar actualizado sobre lo que ocurre en cuestiones provida en toda América Latina puedes consultar www.defendiendovidas.org
No les importa ni la legislación nacional ni la opinón pública ni la gente ni el derecho a la vida del niño por nacer. Una injerencia ideológica inaceptable. #BastaYA. VIDA SI, ABORTO NO. Escribe a Amnistía Internacional y muéstrales tu queja
Firma esta petición haciendo clic aquí. Amnistía Internacional practica una injerencia ideológica intolerable. Ni aborto ni eutanasia. No ceder a las presiones!!
===============================
India: il primo anno del governo Modi. 12-05-2015. India, Dopo un anno di governo del Primo Ministro Narendra Modi,  esponente del partito nazionalista BJP, la situazione dei cristiani non è affatto migliorata, nonostante il Presidente abbia difeso con forza, in un'occasione, il pluralismo religioso.
Il 16 maggio 2014, il Bharatiya Janata Party (Partito del Popolo Indiano) ha vinto le elezioni e il suo candidato, Narendra Modi, è diventato Primo Ministro. Il programma elettorale prevedeva l'eliminazione della corruzione dagli uffici pubblici e il sostegno e il rafforzamento dell'economia. A causa di questo programma molti cristiani hanno votato il BJP nonostante  un certo malessere tra i leader cristiani a causa del carattere nazionalista del partito!
In questo primo anno di governo la situazione non sembra essere migliorata. Il tasso di incidenti contro i cristiani (già alto in precedenza) è cresciuto ulteriormente e il movimento che promuove la riconversione dei cristiani all'induismo ha guadagnato forza.
In questo periodo il Primo Ministro ha parlato molto poco di libertà religiosa, ma in un'occasione, dovendo affrontare pubblicamente la questione, ha difeso con forza il pluralismo religioso. Nella sua relazione annuale del 2015, pubblicata il 30 aprile scorso, la Commissione USA sulla libertà religiosa internazionale ha preso atto delle affermazioni di Narendra Modi, ma ha sottolineato che gli episodi di violenza a sfondo religioso sono aumentati per il terzo anno di fila in India.
Sebbene il Presidente del Consiglio indiano definisca il suo un governo laico e volto allo sviluppo della nazione, la realtà appare totalmente diversa.
In quest'ultimo anno la situazioni delle minoranze religiose è piuttosto peggiorata e non solo per l'aumento delle violenze. All'interno dei libri di testo scolastici sono state inserite parti del Bhagavadgita, un testo sacro indù, che rendono lo studio dell'induismo obbligatorio. È aumentata la richiesta di leggi anti-conversione in vari stati dell'India. Sono cresciuti il movimento per la riconversione dei cristiani all'induismo e il supporto dei media alla propaganda anticristiana (con accuse di conversioni forzate). Gli episodi di violenza contro i cristiani e le loro proprietà sono aumentati, così come il numero di responsabili di chiesa ed evangelisti arrestati con false accuse.
In una situazione che non accenna a migliorare Porte Aperte vuole rimanere al fianco dei cristiani perseguitati. Puoi farlo anche tu adottando un nostro progetto o facendo un regalo!
==================
Algeria: il muezzin si converte a Cristo, 05-05-2015. Algeria. La storia straordinaria di un muezzin, educato nella stretta osservanza dei dettami dell'islam, pronto a diventare imam, che si converte a Gesù grazie un avvenimento miracoloso che ha cambiato radicalmente la vita sua e della sua famiglia.
Fino a poco tempo fa, Mohand usava la sua voce per chiamare i musulmani alla preghiera. Per tutta la sua vita è stato formato per essere un muezzin (nella liturgia islamica è la persona incaricata a chiamare 5 volte al giorno dal minareto i fedeli alla preghiera) e in futuro, magari, un imam. Ma quello che lui non esita a definire un miracolo nella sua famiglia, ha cambiato totalmente il suo destino.
"Sono stato cresciuto nei valori e nei dettami dell'islam. Mio padre, che mi aveva indirizzato alla stretta osservanza dei riti islamici, mi convinse a frequentare la Cheurfa N'Bahloul, la più famosa scuola coranica del Nord della Algeria. Ero stato nominato muezzin e mi stavano preparando a diventare un imam", racconta Mohand.
Ma un giorno a suo figlio di 15 anni fu diagnosticato il cancro: fu un duro colpo per lui e per la famiglia. La figlia (sorella dunque del ragazzino) disse a papà Mohand che una sua collega le aveva parlato di Gesù Cristo e del fatto che Egli, nella Sua volontà, poteva curare i malati. Disperati, provarono anche questa via, invitando a casa la collega. "Ci raccontò della sua conversione e di cosa Dio aveva fatto nella sua vita. La sua testimonianza mi spinse a pregare Dio nel nome di Gesù per la guarigione di mio figlio. Dissi a Gesù: se guarisci mio figlio, saprò che tu sei la vera via", prosegue Mohand. "Pochi giorni dopo quella disperata preghiera, la salute di mio figlio iniziò a migliorare. La dottoressa, stupefatta, fece tutte le analisi e non trovò traccia della malattia. Decise così di chiedere un consulto esterno in una clinica privata a sue spese (io non potevo permettermelo). Alla fine mi disse che mio figlio era totalmente guarito e non sapeva spiegare come. Le dissi che era stato Gesù a guarirlo".
Ma che accadde a quella promessa fatta in preghiera? "Dio ha decisamente risposto a quella preghiera. Io, mia moglie e i miei figli abbiamo dato la nostra vita a Gesù. Da allora tutto è cambiato. Gesù ha trasformato la nostra tristezza in gioia!". Ora con passione e nelle occasioni che un contesto profondamente islamico offre, Mohand condivide con le persone ciò che Dio ha fatto nella sua famiglia. "Quando ero un muezzin, mi lodavano per la mia voce. Oggi, ho dedicato la mia bella voce a proclamare il Vangelo". 
=======================
Yemen: i cristiani reagiscono pregando. 21-04-2015. Yemen. La guerra in Yemen fa scivolare il paese ancor più nel caos. Tanti gli attori in campo, per l'ennesima tensione tra sciiti e sunniti. I credenti nazionali e stranieri non sembrano paralizzati dalla paura e rimangono attivi nell'incontrarsi e nel condividere la loro fede con altri
Il Medio Oriente è in fiamme. Dal 25 marzo  è ufficialmente esplosa un'altra guerra in questa regione surriscaldata: aerei sauditi e di altri paesi arabi hanno bombardato le postazioni in Yemen dei ribelli sciiti Houthi, che nelle ultime settimane avevano preso il controllo della capitale Sana'a e di altri territori nell'ovest del paese. A quanto pare il presidente Hadi, eletto nel 2012 dopo la fine del regime di Saleh, non è riuscito a formare un governo stabile che includesse anche i gruppi discriminati dal precedente regime (tra cui i ribelli Houthi appunto e le forze separatiste del sud) e ciò ha scatenato la loro reazione. La situazione in Yemen è resa ancor più complessa dalla presenza di al Qaeda in Yemen, che controlla alcuni territori nel sud del paese. Dunque gli attori in gioco sono molti, anche se alcuni media tendono a semplificare affermando che lo Yemen è di nuovo diventato scenario di guerra tra sciiti (sostenuti dall'Iran) e sunniti (wahhabiti sostenuti dall'Arabia  Saudita).
Ma in questo caos come vivono i pochi cristiani yemeniti?
Secondo le nostre informazioni, i credenti nazionali e stranieri non sembrano paralizzati dalla paura della guerra civile in atto, e rimangono attivi nell'incontrarsi (per incoraggiarsi l'un l'altro) e nel condividere (quando possibile) la loro fede con altri. Lo Yemen è 14° nella WWList 2015 e il livello di persecuzione è elevato. La maggioranza dei cristiani è straniera e sono percepiti come intrusi dall'identità nazionale e tribale. Diminuiti nel periodo post Primavera Araba per via dell'instabilità della regione, essi vivono solitamente separati dalla società islamica: prima di questi recenti sviluppi potevano praticare la fede in maniera controllata (quindi non totalmente liberi), ma non potevano fare nessun tipo di proselitismo.
Invece i cristiani locali, quindi i musulmani convertiti, devono vivere la fede nel segreto, vengono gravemente perseguitati dalle autorità (detenzione), dalla famiglia e dai gruppi islamici radicali, che minacciano di morte gli apostati, se non ritornano all'islam. Storicamente, gli estremisti di Al Qaeda in Yemen hanno ucciso, rapito e attaccato i cristiani in numerose occasioni.
La guerra in atto inevitabilmente crea tensione e mancanza di sicurezza, ma come dicevamo sappiamo che i cristiani yemeniti stanno reagendo continuando le loro attività, pregando per la nazione e in particolar modo, pregando perché persino la guerra possa trasformarsi in un'occasione per diffondere il messaggio di Gesù.
==============================
Nigeria: un anno fa rapirono le ragazze di Chibok. 14-04-2015. Nigeria (Nord) Oggi è il primo anniversario del rapimento delle ragazze di Chibok. Ben 232 sono ancora nelle mani dei Boko Haram. Voci che siano morte scuotono le famiglie. Ricordare e agire a sostegno dei perseguitati è sempre più necessario.
14 aprile 2014, ore 22:00, Scuola Statale Secondaria di Chibok, villaggio del nord-est della Nigeria, stato di Borno: 7 grossi pick-up irrompono nel compound della scuola, uomini pesantemente armati hanno il sopravvento sulle poche guardie presenti. Esplode il panico: urla e spari sferzano la notte nigeriana. Gli assalitori rapiscono decine di ragazze e spariscono nel cuore della foresta di Sambisa. Una sequela di notizie si susseguono nei media internazionali e fanno il giro del mondo: 100 ragazze rapite, no 150, poi diventano 200. Dopo il caos iniziale si giunge alla cifra esatta di 252 ragazze rapite. Secondo i collaboratori di Porte Aperte in loco e dopo i contatti con le famiglie, riscontriamo che 20 delle 252 ragazze scappano in distinti momenti del rapimento.
Ad oggi, dopo esattamente un anno da quella tragica notte, mancano all'appello 232 ragazze. Sono nelle mani dei Boko Haram. Almeno 165 di loro sono cristiane, per lo più della denominazione evangelica Chiesa dei fratelli. Non abbiamo notizie di altre fughe, né di pagamento di riscatti. Potrebbero essere state mantenute in gruppo o divise, molto probabilmente sono in un altro stato, forse in Niger. Le famiglie vivono nel dolore di non sapere la fine delle loro figlie. Porte Aperte segue parte di queste famiglie da vicino: tra le altre cose nei mesi scorsi abbiamo consegnato centinaia di lettere di incoraggiamento da ogni parte del mondo.
Dove sono queste nostre figlie? Queste nostre sorelle? Un ufficiale dell'UNHCR, Raad Zeid al Hussein, sostiene che potrebbero essere state uccise, poiché vari rapporti giunti al suo ufficio di Ginevra parlano del ritrovamento di una fossa comune a Bama (città nigeriana riconquistata dall'esercito) con molti corpi di donne, uccise dai Boko Haram nella fase di ritirata. Secondo Porte Aperte, non ci sono ad oggi evidenze che possano farci pensare che si tratti proprio delle ragazze di Chibok, solo supposizioni: anche se le voci stanno girando in fretta, non ce la sentiamo di confermarle proprio perché ad oggi mancano prove.
Il fatto è che i cristiani nel nord-est della Nigeria stanno soffrendo sempre maggiori e brutali violenze sia da parte dei Boko Haram che degli allevatori musulmani Hausa-Fulani (altra piaga di cui poco si parla, razziano, uccidono e saccheggiano per conquistare le terre degli autoctoni, per lo più cristiani). C'è così tanto da fare! Aiutateci a intervenire con progetti mirati a sostegno dei perseguitati, prima che sia troppo tardi!
======================
Kenya: amate i vostri nemici. 07-04-2015. Kenya. Di fronte al massacro degli studenti cristiani in Kenya, per Porte Aperte è importante fare due cose: 1) richiamare al cuore del messaggio pacificante di Gesù,
2) agire in favore dei perseguitati. ISLAM = I Sincerely Love All Muslim (io amo sinceramente tutti i musulmani) è un acronimo più volte citato da Fratello Andrea per descrivere l’approccio che Porte Aperte ha e ogni cristiano dovrebbe avere nei confronti dei musulmani. Di questi tempi suona dirompente. A Garissa, 150 giovani vite sono state spezzate dalla barbarie degli estremisti islamici di Al-Shabaab: tutto il mondo ne parla. E tutto il mondo ora parla di persecuzione dei cristiani, di fronte all’ennesima implacabile scelta dei terroristi di lasciare liberi gli studenti musulmani e di massacrare quelli cristiani. Mai come ora è essenziale richiamare al cuore del messaggio pacificante di Gesù: “Amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano”. Come missione cristiana impegnata a sostenere i cristiani esattamente là dove vengono perseguitati, Porte Aperte ricorda il difficile percorso di perdono a cui Cristo chiama tutti coloro che si dicono cristiani.
Una famosa speaker radiofonica keniota della Nations Radio FM, Ciku Muriuki, ha scritto una lettera pubblica indirizzata proprio ai militanti di Al-Shabaab, di cui pubblichiamo degli stralci.
Cari Al-Shabaab,
avete rivendicato l’uccisione degli studenti cristiani. Sono triste per le loro famiglie costrette ad affrontare questa perdita, ma non sono triste per quegli studenti. La loro è una morte speciale. Suppongo che abbiate scelto deliberatamente questi giorni perché è Pasqua. Il momento in cui Cristo ha deposto la Sua vita per tutti noi, sì, anche per voi. Perché mai l’ha fatto, per essere deriso? Ebbene, voi non siete i primi a deriderlo. In questi giorni 2000 anni fa ci fu una moltitudine rabbiosa che lo derise, lo insultò, acclamando il Suo sangue. C’erano soldati romani che gli sputarono addosso, lo picchiarono, torturarono e gli posero una corona di spine sul capo, appendendolo crudelmente a una croce. Ci fu chi lo rigettò come Messia anche se sapeva esattamente chi fosse e cosa facesse. Molti videro i Suoi miracoli, ascoltarono le Sue parole… Gesù guardò i criminali attorno a Lui, la folla, i soldati e i leader religiosi e disse: “Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno”. La croce non uccise Gesù. I romani non l’hanno ucciso. I sadducei e farisei non l’hanno ucciso. Ma fu Gesù a deporre volontariamente la sua vita terrena… Lui ha pagato il prezzo per i peccati che noi commettiamo… Perciò a tutti voi giovani militanti di Al-Shabaab che avete ucciso i miei fratelli e le mie sorelle cristiani: io vi perdono. Mentre voi riempite il vostro cuore di odio (esattamente come quella moltitudine fece 2000 anni fa), io riempirò il mio cuore di amore, come fece Gesù, perché voi in realtà non sapete cosa state facendo. Non farò cordoglio. Ho GIOIA nel mio cuore… Gesù morì e poi risorse... Anche se ci uccidete tutti, noi risorgeremo…
Abbiamo bisogno del vostro aiuto per sostenere i cristiani perseguitati nei tanti scenari in cui soffrono a causa della loro fede in Gesù. Non possiamo lasciarli soli.
========================
Iraq: ecco come aiutate la Chiesa. 31-03-2015. Iraq. Il 2014 è stato un anno difficile per i cristiani in Iraq. Porte Aperte ha risposto nelle 12 ore successive al primo esodo da Mosul, fornendo aiuti. 80.000 sfollati sono stati aiutati con generi di prima necessità. Per la prima volta in 1600 anni non sono stati celebrati culti in questa città. Nel 2015 continuerà la nostra attività di sostegno ai cristiani iracheni.
Il 2014 è stato un anno difficile per i cristiani in Iraq. Dopo la violenta conquista di Mosul e della zona circostante da parte dell’ISIS, migliaia di cristiani hanno abbandonato le loro case. Attraverso i partner locali, Porte Aperte ha risposto nelle 12 ore successive al primo esodo da Mosul, fornendo loro aiuti. "C'erano molte persone per strada, anche nel bel mezzo della notte. I miei figli hanno visto cadaveri e alcune case erano incendiate dalle bombe. Eravamo così impauriti!", afferma un profugo di Mosul sugli avvenimenti del 9 giugno 2014.
A causa delle atrocità commesse dall’ISIS (o IS), un numero stimato di 120.000 cristiani sono fuggiti insieme a componenti di altre minoranze. Per la prima volta in 1600 anni non sono stati celebrati culti a Mosul. I terroristi hanno distrutto chiese e altri luoghi cristiani. Profughi interni hanno seguito gli eventi dai campi profughi con il dolore nel cuore.
Quella stessa estate, milioni di cristiani in tutto il mondo hanno mostrato la loro solidarietà verso i cristiani in Iraq. Questo ha offerto a Porte Aperte la possibilità di estendere il lavoro di soccorso. 80.000 sfollati sono stati aiutati con generi di prima necessità (cibo, acqua, medicine, prodotti per l'igiene e materassi). In 2 campi abbiamo creato uno spazio per bambini, per giocare e ascoltare storie della Bibbia.
L'inverno ha causato molti problemi. Abbiamo fornito a molte famiglie ciò che era necessario per proteggersi dal freddo: coperte, stufe e vestiti caldi. Intanto una formazione specifica per la cura dei traumi preparava persone a supportare le vittime delle orribili violenze.
Oggi, mesi dopo l'inizio della crisi, la situazione degli sfollati interni nel Nord Iraq rimane critica. Molti vivono ancora in abitazioni improvvisate (edifici in costruzione, centri commerciali vuoti, complessi di uffici o alberghi), mentre altri vivono stipati nelle chiese.
Nel 2015 Porte Aperte continuerà a stare accanto ai cristiani in Iraq, sostenendoli attraverso i partner locali e le chiese. La distribuzione delle forniture di base continuerà e verranno avviati progetti di riabilitazione, come aiuto alla ricerca di un lavoro o creazione di piccole imprese. Le chiese saranno sostenute per rafforzare la fede dei cristiani (distribuzione Bibbie, attività per bambini e giovani, corsi di formazione sulla cura dei traumi, ecc.).
Molti sfollati temono di non tornare più nelle loro case e vogliono emigrare. Ma se l’ISIS abbandonasse alcune aree, alcuni cristiani sono pronti a tornare e Porte Aperte è pronta a sostenerli.
==========================
Siria: il nostro oratore rischia la vita. 24-03-2015. Siria. Seraphim, nostro oratore al prossimo convegno, è un pastore siriano che vive e serve nella sua chiesa ad Aleppo. 5 missili sono caduti nella sua area, uno particolarmente vicino ha distrutto le finestre del suo appartamento. Lui sta bene, ma 23 persone sono morte. Il pastore Seraphim ancora una volta ha rischiato la propria vita. E' vivo, sta bene e presto lo avremo con noi. Sarà infatti il nostro oratore al prossimo convegno di Porte Aperte (17-19 aprile 2015 a Torre Pedrera). È siriano e vive ad Aleppo, nel cuore della guerra civile, con all'orizzonte lo spettro dell'ISIS, immerso in un mare di caos, dolore, tragedie e missili. Imprevedibili missili. Continui e terrificanti fulmini di morte piovuti dal cielo che anche ieri (23 marzo 2015) hanno mietuto vittime nella zona in cui Seraphim risiede e guida la sua chiesa.
Che cosa significa andare in chiesa col terrore di essere colpiti da un missile? O di essere abbattuti come bestiame da un cecchino? Io, andrei in chiesa se la mia vita fosse a rischio? Se Dio chiedesse a me, come al pastore Seraphim, di rimanere per curare le Sue pecore, cosa risponderei?
Sono domande a cui i perseguitati sono chiamati a rispondere. A cui il nostro Seraphim di fatto ha dovuto rispondere. "Ieri abbiamo avuto il nostro culto di lode e adorazione, e gloria a Dio perché tutto è andato per il meglio", ci scrive ieri, nel nostro flusso continuo di contatti con lui in vista della sua venuta al nostro convegno in Italia.  "Ma oggi è stato un giorno davvero duro. 5 missili hanno colpito la nostra area. Il più vicino è caduto a pochi metri dal nostro edificio. Le finestre del nostro appartamento (camera da letto e salotto) e qualche finestra dell'ufficio sono state totalmente distrutte. Ma grazie a Dio, sebbene vi siano stati altri danni, non mi è successo niente. Disgraziatamente ho saputo che 23 persone sono morte e circa 30 sono state ferite. Che disastro… mentre ringrazio Dio per la mia protezione".
Queste sono le sfide dei cristiani che rimangono in Siria. Questa è la fede richiesta a Seraphim e a chi, come lui, decide di rimanere. Vi chiediamo preghiere per la Siria e in particolare per questo fratello e per la sua venuta al nostro convegno che, come immaginerete, non è priva di notevoli rischi.
===========================
Pakistan: la minoranza cristiana sotto attacco. 17-03-2015. Pakistan. Ancora attentati, morti e feriti fra i cristiani del Pakistan. La esigua minoranza cristiana del Paese, già pesantemente discriminata, è, sempre più spesso, presa di mira dalla violenza dei musulmani radicali (non solo fondamentalisti).
A due giorni dall'ultima follia omicida che ha sconvolto la piccola comunità cristiana del Pakistan (circa 4 milioni di cristiani  in una nazione con 180 milioni di abitanti al 97 percento musulmani), la popolazione di Yahounabad, il quartiere povero di Lahore a maggioranza cristiana, prova a ripartire, ma la tensione sociale aumenta.
I due attentati che domenica 15 marzo hanno ucciso almeno 17 persone e che ne hanno ferite più di 80 sono stati rivendicati dal gruppo islamico Jamaat-ul-Ahrar (legato ai talebani). In un preciso disegno anticristiano gli attentatori hanno scelto due chiese (una cattolica e una protestante), affollate per i servizi domenicali, che distano soltanto 400 metri l'una dall'altra.
Solo la presenza di volontari, che sorvegliavano gli ingressi e che hanno dato la loro vita per proteggere i fratelli che si trovavano all'interno delle due chiese, è riuscita a contenere l'effetto devastante degli attacchi. Tuttavia la loro presenza è la dimostrazione del clima di tensione che circonda da diversi anni i cristiani nel Paese.
Oltre agli attacchi da parte dei fondamentalisti islamici, i cristiani si trovano a dover fronteggiare una discriminazione costante e un'ostilità continua da parte della maggioranza musulmana della popolazione. Frequenti sono infatti le accuse, spesso infondate, di blasfemia a carico dei cristiani che possono portare a condanne (a morte) da parte dei tribunali, ma che spesso scaturiscono in episodi di violenza che portano all'assassinio degli accusati (come successo alla coppia uccisa e data alle fiamme nel novembre scorso).
La discriminazione sociale e gli attacchi mirati contro le chiese o i singoli cristiani stanno facendo aumentare a dismisura il livello di tensione all'interno della minoranza cristiana, che è tentata, in assenza di interventi significativi da parte del governo e della polizia, di reagire alle continue violenze. L'uccisione da parte della folla di due musulmani sospettati di aver collaborato con gli attentatori è ascrivibile proprio a questo stato di tensione, ma questo tipo di reazioni può solo contribuire ad inasprire i conflitti tra i due gruppi religiosi. Un cristiano pakistano intervistato da un nostro collaboratore a seguito dei due attacchi a Lahore ha dichiarato: "Ieri era il terrorismo. Oggi si sta trasformando in uno scontro comune. Solo un atto stupido, e siamo tutti a rischio".
============================
Iran: rilasciato il pastore Victor Bet-Tamraz. 10-03-2015. Iran. I cristiani iraniani si rallegrano per il rilascio del pastore Victor che è rimasto più di due mesi nel famigerato carcere Evin di Teheran a causa della sua fede. I cristiani iraniani sono lieti di annunciare il rilascio dalla prigione Evin di Teheran del pastore Victor Bet-Tamraz. L'agenzia MEC il 2 gennaio aveva diramato la notizia del suo arresto e la richiesta di pregare per lui. Il pastore Victor esprime la sua gratitudine a coloro che hanno pregato per lui, e ribadisce che è stata una grande fonte di incoraggiamento sapere di questo supporto.
Il 26 dicembre i funzionari della sicurezza avevano fatto irruzione nella casa del pastore Victor e condotto una perquisizione approfondita, confiscando Bibbie, cellulari e documenti di identità appartenenti alle persone riunite in casa sua per Natale. Tutti i presenti sono stati arrestati e la maggior parte rilasciati poco dopo, ma il pastore Victor e altri due credenti ex musulmani sono stati condotti nella prigione Evin.
Amin e Kaviyan, i due fratelli arrestati con lui, sono stati rilasciati su cauzione un mese fa. Al pastore Victor inizialmente è stata rifiutata la libertà su cauzione. Tuttavia, l'1 marzo gli è stata offerta la libertà condizionale. L'ammontare della cauzione era alta e la sua famiglia ha dovuto presentare alcuni documenti di proprietà per garantire l'ammontare della cauzione.
Il pastore Victor si sente debole, ha difficoltà respiratorie, e ha perso peso. Ha anche una infezione ai denti, ma per il resto la sua salute è discreta. I funzionari della sicurezza stanno tenendo sotto controllo la sua casa.
I cristiani iraniani gioiscono per il rilascio del pastore Victor, ma chiedono di pregare che tutti coloro che sono ancora in carcere in Iran, a causa della loro fede in Gesù, siano rilasciati presto.
========================
Siria: vita quotidiana ad Aleppo. 03-03-2015. Siria. Da circa 4 anni la Siria sta attraversando una guerra distruttiva e sanguinosa. Il pastore Samuel che lavora ad Aleppo, la città più grande della Siria, ci manda regolari rapporti dandoci una visuale di ciò che i siriani affrontano quotidianamente.
La settimana scorsa è stata una delle settimane più difficili degli ultimi tempi per la nostra zona. Mercoledì scorso tre razzi sparati da ribelli sono caduti a 200 metri dalla Chiesa. Ci sono state molte vittime, ma grazie a Dio a noi non è successo niente.
Giovedì, come al solito, abbiamo avuto un culto per le donne. Le sorelle hanno continuato i loro studi sul libro di Giobbe. 35 donne (45-65 anni) partecipavano allo studio e dopo un'ora di dibattito e preghiere sono andate via, mentre io sono tornato nel mio ufficio. Alle 14:00 un membro della Chiesa mi ha telefonato chiedendomi di farmi visita e ci siamo accordati per vederci subito. Ho guardato fuori dalla finestra e improvvisamente c'è stata una forte esplosione. Un razzo dei ribelli ha colpito la strada, ma questa volta è esploso a soli 50 metri dalla chiesa.
La gente per strada era in preda al panico. Gridavano e correvano urlando in tutte le direzioni. La strada era piena di gente, perché molti erano sui marciapiedi per vendere vestiti di seconda mano o altri oggetti usati. In pochi secondi, il colore rosso dominava la strada: il sangue era dappertutto. Morti e feriti: oh Signore! L'ennesimo film dell'orrore. Ma non era il cinema, era reale: Io guardavo impietrito dalla finestra del mio ufficio.
In pochi secondi mi sono reso conto che la persona che stavo aspettando doveva passare proprio per quella strada. Scuotendomi, sono sceso in strada e ho iniziato a cercare il fratello mentre i soccorsi arrivavano. L'ho chiamato insistentemente al cellulare e grazie al cielo ha risposto: "Nel momento in cui ho lasciato il negozio per venire da te pioveva molto e sono tornato indietro per aspettare che smettesse. Poi improvvisamente ho sentito quella forte esplosione". Senza fiato e tra il frastuono del caos gli ho detto: "Consideralo un miracolo del Signore per la tua vita. Ha piovuto solo per 5 minuti; l'esplosione è avvenuta proprio in quei 5 minuti". Gli ho ricordato che la nostra preghiera quotidiana è il Salmo 91, col quale il Signore rassicura il suo popolo.
Quando sono tornato al mio appartamento sopra l'ufficio, ho scoperto che alcune finestre erano state danneggiate dall'esplosione. Ero in piedi davanti alla finestra dell'ufficio al momento della deflagrazione. Normalmente in quel momento, sarei stato proprio lì nel mio appartamento e probabilmente sarei stato investito dalle schegge di vetro che ora erano sul pavimento.
Alla fine della giornata, ho scoperto che almeno 8 persone erano state uccise e molte altre ferite. Signore, abbi pietà di questo popolo...


Matrimonium: in latino significa protezione di una madre, da parte di un padre.. ecco Perché, il matrimonio serve potenzialmente per trasmettere la vita a una futura generazione.. quindi il matrimonio è un DIRITTO NATURALE che nessun gay potrebbe avere: Infatti è legittimo per i gay avere i diritti civili... questo è un altra aggressione alla civiltà ebraico cristiana da parte delle Sinistre i servi USURA, FISCALITà, BUROCRAZIA, SISTEMA MASSONICO BILDENBERG, SpA. delle BANCHE CENTRALI, i nemici dei popoli! ] ECCO PERCHé, LA MAGGIOR PARTE DEI GAY SONO I NEMICI DI ISRAELE, E I COMPLICI DELLA SHARIAH ISLAMICA... MA, NEL LORO ODIO CONTRO CRISTO, SONO PRONTI A RINUNCIARE AI LORO DIRITTI GAY PUR DI DISTRUGGERE LA NOSTRA CIVILTà: APPUNTO, COME VATTIMO HA AFFERMATO! [ L'Irlanda si apre al matrimonio gay. Valanga di "sì" al referendum che fa la storia. "Siamo pionieri" DUBLINO - Il verdetto in un tweet del ministro per le pari opportunità Aodhan O'Riordain: dai primi risultati dello spoglio, gli irlandesi hanno detto sì al matrimonio gay votando un referendum molto atteso e sentito. Per non mancare al loro appuntamento con la storia: perché, se 21 Paesi in tutto il mondo hanno già legalizzato i matrimoni tra omosessuali (Danimarca, Olanda, Belgio, Spagna, Francia, Canada, Sudafrica, Norvegia, Svezia, Slovenia, Portogallo, Inghilterra, Galles, Islanda, Argentina, Uruguay, Nuova Zelanda, Finlandia, Messico, Brasile e Usa, in 38 Stati), l'Irlanda sarà il primo a farlo passando per una consultazione popolare. Cinque anni dopo l'approvazione in Parlamento delle unioni civili per le coppie omosessuali. Inimmaginabile solo 20 anni fa, quando nella Repubblica dell'"isola verde" fu finalmente cancellato il reato penale di "omosessualità".
Rispondi
 ·
KingxKingdom Unius REI1 giorno fa

[23/5/2015, 10:04] +39 320 570 8054: se, non riusciremo ad esportare sul piano nazionale la nostra ALLENZA per Schittulli? Non riusciremo mai a prendere il controllo del Governo Italiano.. sono le motivazioni della nostra alleanza per Schittulli che mi sembrano molto fragili... vedi? nessuno ha proposto a me qualcuno da aggiungere nella nostra Chat di gruppo! IO NOTO UNA CERTA FAZIOSITà IN TUTTI, TRANNE CHE IN ME! QUINDI OLTRE ALL'AMORE PER IL PROPRIO PARTITO BISOGNA AGGINGERE L'AMORE PER LA COALIZIONE... ed è questo amore che io voglio trasferire a tutti!
[23/5/2015, 10:51] +39 320 570 8054: io ho già detto a tuo fratello che se anche voi voste ingrati, scorbutici con me: io non potrei mai abbandonare FdI, a motivo della nostra Costituzionale sovranità monetaria: che i traditori Rothschild Spa Bildenberg Veltroni, Dalema Monti Prodi e Renzi ci hanno rubato: ALTO TRADIMENTO che, è questo il diritto: degli uomini liberi che è da rivendicare come il cardine di tutto e come la soluzione vera di: tutte le rovine del nostro Paese Nazione e del mondo intero! PERCHé TU POI METTERE IL MIGLIORE POLITICO A GESTIRE I DEBITI E CERTO LUI FALLIRà, LUI è COSTRETTO A FALLIRE
Rispondi
 ·
KingxKingdom Unius REI2 giorni fa

I musulmani eroi che decidono di morire per difendere i martiri cristiani ] [22/5/2015, 12:37] +39 320 570 8054: Non condannare il nazismo della sharia può essere funzionale soltanto alla distruzione dei nostri valori affermativi della sacralità della vita umana: Tutti coloro che come il Sudan Turchia, ecc.. sono implicati con i salaFIti sauditi. . Sono tutti implicati ANCHE, nel complotto per sterminare Israele e estirpare la cristianità dopo tutto la sharia persegue la TEOLOGIA DELLA SOSTITUZIONE che ha permesso questo crimine di negazione dei diritti umani, IN TUTTI gli alleati di USA: I SATANISTI. [22/5/2015, 07:52] +39 320 570 8054: TUTTI QUELLI CHE OGGI HANNO TITOLI A RENDIMENTO NELLE BANCHE, SOTTRAENDOLI AL MERCATO DELLA PRODUZIONE: LORO COMMETTONO PECCATO MORTALE DI OMICIDIO DAVANTI A DIO ] GLI SCAMBI DI BORSA DI UNA SOLA SETTIMANA SONO SUFFICIENTI A COMPRARE TUTTE LE MERCI DEL MONDO, QUINDI è STATO CREATO DEL DENARO FALSO FINTO: BOLLE FINANZIARIE ECCO PERCHé, LA GUERRA MONDIALE NUCLEARE è INEVITABILE.. SE NON SI UCCIDONO LE PERSONE, QUESTO ERRORE STRUTTURALE DEL FONDO MONETARIO, SPA, BANCA MONDIALE: VERRà SCOPERTO: E CROLLERà IL SISTEMA.. MA, PIUTTOSTO CHE FARE CROLLARE IL SISTEMA: è MEGLIO UCCIDERE I POPOLI! [ Ocse, 'L'1% possiede il 14,3% della ricchezza'. Economia. In Italia risorse concentrate nelle fasce più abbienti. Crescita dell'occupazione generata dai posti atipici ] NON SO PERCHé, NON è POSSIBILE PER ME, TROVARE LA NOTIZIA CHE, LE PIù GRANDI BANCHE DEL MONDO, SONO STATE MULTATE PER CIRCA 6 MILIARDI DI DOLLARI.. PERCHé I LORO BROKER Trading, HANNO FATTO CARTELLO.. ECCO PERCHé, IL SISTEMA BANCARIO è LA PIù GRANDE TRUFFA ISTITUZIONALIZZATA SISTEMA MASSONICO CHE è COMPARSA SUL PIANETA! ] a tutto il gruppo Chat: "non temete per me, io non posso essere ucciso!"
[22/5/2015, 08:06] +39 320 570 8054: quello di Salvini di ritornare alla LIRA è una truffa, ideologica! infatti, anche la LIRA, era comprata per un costo del 270% (fonte:. scienziato Giacinto Auriti: 100%. signoraggio bancario; 100%. debito pubblico; 70%. riserva frazionaria).. il problema dell'Euro è che, sullo scambio (costo) della Moneta la Germania, ci ruba il 40%, che è pari al valore della nostra economia sommersa, [ quindi 1000 lire, sono diventati un euro, che, in realtà: vale 2000 lire ] Quello di Grillo, circa, il reddito di cittadinanza è una beffa, se, quel denaro deve essere ricavato dal prelievo fiscale, per aumentare, così, ancora di più il debito pubblico (e Grillo conosce bene, questi meccanismi, perché, è lui che li ha spiegati a me: 8 anni fa! ) QUINDI, è NECESSARIO IN REGIME DI SOVRANITà MONETARIA STAMPARE GRATUITAMENTE I soldi sia: PER PAGARE I DEBITI DELLO STATO, che PER RETRIBUIRE IL REDDITO DI CITTADINANZA.. appunto: COME FANNO I ROTHSCHILD, ANCHE I NOSTRI POLITICI DEVONO CREARE QUESTO DENARO DAL NULLA!
[22/5/2015, 08:46] +39 320 570 8054: qualcuno mi dirà: "come fai a dare del denaro, a chi non produce un reddito?" Lo Scienziato Giacinto Auriti ha risposto: " i cittadini viventi sono la ricchezza dello Stato, e lo Stato deve ringraziare i suoi cittadini per essere ancora vivi!" iN REALTà GIACINTO AURITI NON è UN UTOPISTA, LUI HA STAMPATO IL SIMEC (denaro di proprietà del portatore) ed ha dimostrato scientificamente: empiricamente, in laboratorio città di:  "Guardiagrele", tutta la verità delle sue teorie monetarie, appunto concretizzandole e salvando dal suicidio molti imprenditori
[22/5/2015, 11:02] +39 320 570 8054: ovviamente fratelli miei, perché nessuno: ONU OIC Amnesty, Vaticano USA UE NATO, Governi, ecc.. perché nessuno condanna la shariah shari'a, che è 1000 volte peggio del nazismo? ok! la risposta a questa domanda potrebbe essere soltanto una risposta inquietante!
Rispondi
 ·
KingxKingdom Unius REI2 giorni fa

questi coglioni stanno perdendo contro ISIS continuamente e vendono chiacchiere! ] IO NON PERMETTERò MAI LA CADUTA DI ISRAELE [ On the Front Lines with Hezbollah. Hezbollah-CNN. Click here to watch: On the Front Lines with Hezbollah. Hezbollah officials say they are preparing to use the strategies and techniques they learned fighting Syrian rebels along the border with Lebanon to conquer Israel's northern Galilee region. The Iranian-backed Shia Islamist group has been making steady gains in its hard-fought campaign to wrest control of the Qalamoun region in Syria from Sunni rebels, including jihadists from Al Qaeda's Nusra Front, despite itself incurring significant losses. But although that battle is still ongoing, a series of remarks by Hezbollah officials and propaganda outlets, translated by MEMRI, reveal that the terror group still has its eye on a future conflict with Israel. Among them was Hezbollah official Hashem Safi Al-Din, who told Lebanon's Al Mustaqbal newspaper that "the resistance can replicate its newly acquired experience from the Al-Qalamoun mountains and Syria in the Galilee." Other unnamed Hezbollah officials echoed his comments to Kuwait's Al-Rai daily, explaining in more detail how Hezbollah plans to apply the lessons learned from its tough mountain battles with Syrian rebels to IDF forces in the Galilee. "The internal front behind the defense lines will be attacked, and all the [military] positions, outposts and concentrations of forces will be shelled until direct contact is achieved through a direct attack on the settlements and military positions," one source explained, referring to both civilian and military targets. According to MEMRI, officials also said that Hezbollah's leadership "was waiting to see the outcome of the battle in Al-Qalamoun in order to draw lessons from it and improve the performance of their troops. They assessed that the war in the Galilee will be easier than the war in Al-Qalamoun, where Hizbullah is fighting forces imbued with deep faith that impels them to fight to the death, 'unlike the Israeli army.'" Hezbollah - and other jihadi groups - often attempts to portray the Israeli army as weak and faithless in its propaganda.

Watch Here

In an article hailing Hezbollah's capture of the strategically-important Tel Moussa - one of the highest peaks in the Qalamoun mountain range - Lebanese pro-Hezbollah daily Al-Safir said the achievement constituted "a message to Israel that the resistance [Hezbollah] is in better shape than ever and that the war in Syria has not exhausted it but has [only] strengthened it and improved its capabilities." It added that Hezbollah's battle for Al-Qalamoun "may be a rehearsal for a similar scenario that may unfold in the occupied Upper Galilee in any future war that might erupt." Al-Safir reporter Khalil Harb went further, suggesting Hezbollah victories in Qalamoun, in nearby Al-Qusayr and in the Homs area had granted it "strategic depth for any future conflict with Israel, which will provide the resistance axis with broader options in the field." Harb went on to imply that Hezbollah would in fact have an easier time in the Galilee, given that the terrain there is not as difficult as the mountains of Qalamoun. But, as noted in the MEMRI report itself, the bravado may be meant more for public consumption back in Lebanon than an actual statement of intent. Hezbollah's involvement in brutal sectarian wars in Syria and Iraq - as well as more recently in Yemen, according to numerous reports - has turned Sunni public opinion, once broadly supportive due to its attacks on Israel, firmly against it. Even many of its Shia support base have voiced concern over how Hezbollah has been dragging a fragile Lebanon into the Syrian conflict, particularly in the aftermath of several deadly terrorist attacks by Sunni Islamists in revenge for Hezbollah's support of the Assad regime. Portraying its role in the Syrian civil war as a dress-rehearsal for its struggle with Israel may well be an attempt to repair some of that damage. Hezbollah chief Hassan Nasrallah has threatened on numerous occasions that his terror group was prepared to "conquer the Galilee" in its next war with Israel and wipe the Jewish state from the map. However, in a recent interview with Syrian state TV Nasrallah backtracked on his previous rhetoric, admitting that a now much-weakened Hezbollah - stretched throughout multiple theaters of war in the Middle East at Iran's behest - was in fact no match for the IDF. "Are we supposed to lie to our people and ourselves, saying that we are capable of launching a war against Israel, wiping it off the map, and liberating Palestine? Hezbollah is incapable of doing this all by itself," Nasrallah said. He added that his threats to conquer the Galilee were purely "hypothetical." "I did not take an oath. I only said that this could happen," he cautioned.

Source: Arutz Sheva

CLICK HERE TO FORWARD THIS EMAIL TO YOUR FRIENDS
 ·
Rispondi
 ·
KingxKingdom Unius REI2 giorni fa

ovviamente fratelli miei, perché nessuno: ONU OIC Amnesty, Vaticano USA UE NATO, Governi, ecc.. perché nessuno condanna la shariah shari'a, che è 1000 volte peggio del nazismo? ok! la risposta a questa domanda potrebbe essere soltanto una risposta inquietante!
Rispondi
 ·
KingxKingdom Unius REI2 giorni fa

[22/5/2015, 09:18] +39 320 570 8054: io sono un ideologo, io genero concetti e categorie culturali, quindi è fisiologico che io non possa cercare o desiderare incarichi elettorali nel partito! la mia attività di webmaster: 8 ore ogni giorno da 8 anni, è in realtà una funzione politica universale: io sono il progetto virtuale di una Monarchia: Regno per Israele (l'unica compatibile con la mentalità biblica), per riunire tutti gli ebrei del mondo, Come Gesù ha promesso all'inizio del suo ministero, e nel momento della Sua Ascensione, e se per Gesù il Regno di Israele non era qualcosa di soltanto politico terrestre, in realtà per i suoi Apostoli non è stato così, prima della esperienza della Pentecoste! ORA QUESTO REGNO DI ISRAELE è L'UNICA POSSIBIITà CHE NOI ABBIAMO, PER POTER EVITARE LA GUERRA MONDIALE NUCLEARE! Perché una parte ebraica dei padroni del mondo sono satanisti e tornerebbero al Dio dei loro padri JHWH. .. ed io sono dentro tutto questo! tutto questo NON è PER ME UNA ESPERIENZA MISTICA, CARISMATICA O PROFETICA, no! IO SONO TOTALMENTE RAZIONALE, è soltanto il MONDO DELLA FEDE, PROPRIO COME LA CHIESA CATTOLICA AUSPICA CHE DEBBANO ESSERE TUTTI I CRISTIANI.. quindi tutti i miei processi mentali sono razionali e non intuitivi! Ovviamente, io per parlare in questo modo io ho avuto delle relazioni, in youtube con persone inquietanti... ovviamente tutto questo è soltanto un segreto per noi due soltanto!
Rispondi
 ·
KingxKingdom Unius REI2 giorni fa

Israele ] MANO ViOLENTA CONTRO I RAZZI DI HAMAS E RISPARMIA I MISSILI ANTI MISSILE! ] siamo vicini alla ora fatale [ MA, SE TU CONSERVERAI UN PROFILO DI GUERRA MONDIALE NON METTENDOTI MAI IN DEBOLEZZA E VULNERABILITà ] POI, I TUOI FARISEI AIPAC OCI ONU, SARANNO COSTRETTI A FARE SLITTARE LA GUERRA MONDIALE CHE DOVREBBE UCCIDERTI, ANCORA, ANCORA, PIù A LUNDO ANCORA... quindi: MANO VIOLENTA CONTRO I RAZZI DI HAMAS E RISPARMIA I MISSILI ANTI MISSILE!
Rispondi
 ·
KingxKingdom Unius REI2 giorni fa

qualcuno mi dirà: "come fai a dare del denaro, a chi non produce un reddito?" Lo Scienziato Giacinto Auriti ha risposto: " i cittadini viventi sono la ricchezza dello Stato, e lo Stato deve ringraziare i suoi cittadini per essere ancora vivi!" iN REALTà GIACINTO AURITI NON è UN UTOPISTA, LUI HA STAMPATO IL SIMEC (denaro di proprietà del portatore) ed ha dimostrato scientificamente: empiricamente, in laboratorio città di: "Guardiagrele", tutta la verità delle sue teorie monetarie, appunto concretizzandole e salvando dal suicidio molti imprenditori
Rispondi
 ·
KingxKingdom Unius REI2 giorni fa

quello di Salvini di ritornare alla LIRA è una truffa, ideologica! infatti, anche la LIRA, era comprata per un costo del 270% (fonte:. scienziato Giacinto Auriti: 100%. signoraggio bancario; 100%. debito pubblico; 70%. riserva frazionaria).. il problema dell'Euro è che, sullo scambio (costo) della Moneta la Germania, ci ruba il 40%, che è pari al valore della nostra economia sommersa, [ quindi 1000 lire, sono diventati un euro, che, in realtà: vale 2000 lire ] Quello di Grillo, circa, il reddito di cittadinanza è una beffa, se, quel denaro deve essere ricavato dal prelievo fiscale, per aumentare, così, ancora di più il debito pubblico (e Grillo conosce bene, questi meccanismi, perché, è lui che li ha spiegati a me: 8 anni fa! ) QUINDI, è NECESSARIO IN REGIME DI SOVRANITà MONETARIA STAMPARE GRATUITAMENTE I soldi sia: PER PAGARE I DEBITI DELLO STATO, che PER RETRIBUIRE IL REDDITO DI CITTADINANZA.. appunto: COME FANNO I ROTHSCHILD, ANCHE I NOSTRI POLITICI DEVONO CREARE QUESTO DENARO DAL NULLA!
Rispondi
 ·
KingxKingdom Unius REI2 giorni fa

è PIù CHE EVIDENTE quella dello ISIS shari'a, è la guerra dei mostri nazisti: usa sPa fMI bILDENBERG, farisei satanisti SALAFITI, contro, i nazisti di: Iran e Siria. [ Obama, non stiamo perdendo con l'Isis.. LI STIAMO SOLTANDO AIUTANDO, CERTO CON DRONI E ELICOTTERI HAPACHES DI ALTA QUOTA, LI POTREBBERO FERMARE ]
... MA IRAN E SIRIA per non estinguersi, dovranno accettare anche loro di unirsi alla conquista di CALIFFATO Gerusalemme e Roma! BUON CALIFFATO A TUTTI.. in questo scenario macabro, i poveri di tutto il mondo hanno già incominciato a morire come mosche [ Si aggravano le condizioni dei profughi del Burundi. Già 20 casi colera confermati nei campi Kagungua e Nyarugusu ] [ La Malaysia cerca e soccorre i migranti in mare. Il premier Najib Razak ha ordinato alla Marina militare e alla Guardia costiera di avviare le operazioni di ricerca e soccorso dei migranti bloccati in mare: si tratta del primo Paese della regione che prende una simile iniziativa
Rispondi
 ·
KingxKingdom Unius REI2 giorni fa

Israele: certo, tu non ti puoi permettere, adesso, di usare questi INSUFFICIENTI: 3000 missili Hellfire, contro i razzi di hamas.. CONTRO HAMAS, TU USA LA ARTIGLIERIA PESANTE E SPIANA TUTTO. (tu li devi risparmiare, per, FRONTEGGIARE i missilli balistici sauditi, iraniani, turchi ed egiziani), da Usa armi ad alta tecnologia per 1,8 mld dollari. L'annuncio del Pentagono. Nella fornitura compresi anche 3000 missili Hellfire, sospesi durante la guerra a Gaza
Rispondi
 ·
KingxKingdom Unius REI2 giorni fa

LEGA SHARI'A ARABA OCI ONU ] vuoi siete dei criminali folli, che, potete soltanto essere uccisi, o uccidere, la vostra teologia della SOSTITUZIONE è tutta: una apostasia DI SATANISMO DEL GENOCIDIO: infatti voi siete detti: "i maniaci reigiosi ] [ ISTANBUL, 21 MAG - Le condizioni di Mutlu Kaya sono leggermente migliorate: lo sostiene il bollettino medico rilasciato dall'ospedale di Diyarbakir, dove è ricoverata in terapia intensiva la 19enne cui domenica notte hanno sparato in testa per motivi legati - a quanto pare - alla sua partecipazione a un talent show televisivo come cantante.
Rispondi
 ·
KingxKingdom Unius REI3 giorni fa

Arabia SAUDITA ] e perché proprio voi fate i gelosi con me? POI, PERò UN PASSO IN AVANTI NON LO FA NESSUNO.. per fare tutti insieme un passo nella tomba, APPASSIONATAMENTE! E questo è vero: i soldi per le armi li avete spesi! MA IO SONO L'UNICO CHE PUò DOMINARE: LA ENTITà: I POTERI OCCULTI SATANICI ED ESOTERICI, PERCHé IO SONO L'UNICO DI CUI LORO HANNO PAURA! dove pensate di arrivare, con i vostri jihadisti? voi non potete neanche immaginare la loro tecnologia segreta! [ io pretendo la Madiana, e parte del deserto egiziano per tutti i figli di Israele, che sono sparsi per il mondo!
Rispondi
 ·
KingxKingdom Unius REI3 giorni fa

SE QUEL CRIMINALE DI OBAMA VUOLE FERMARE L'ISIS CALIFFATO SHARIAH HAMAS TALEBANI SAUDI ARABIA SUO ERDOGAN NATO OCI ONU LEGA ARABA, FARISEI ANGLO AMERICANI ILLUMINATI? PUò, SEMPRE UTILIZZARE GLI ELICOTTERI APACHES DI ALTA QUOTA E I DRONI... MA, QUESTA è LA VERITà LA SUA ARABIA SAUDITA SHARI'A, è ISIS SHARIA ] [ Urgente! Ultimatum ai cristiani dai terroristi dell'ISIS. Uno sguardo sulla persecuzione nel mondo
Muovete il vostro mouse su questa mappa interattiva per una panoramica sulla persecuzione nel mondo
Porte Aperte - Open Doors opera nei paesi dove esiste la persecuzione a danno dei cristiani. Laddove altre organizzazioni cristiane non possono entrare o sono state costrette ad andarsene, Porte Aperte è presente per consegnare Bibbie, formare responsabili di Chiesa, realizzare progetti di sviluppo socio-economico, avviare interventi umanitari in casi straordinari, senza smettere mai di assicurare preghiera, incoraggiamento e patrocinio a tutti i cristiani perseguitati.
Il cuore della nostra organizzazione è dunque il servire. Servire chi soffre a causa della fede in Dio. Servire chi si sente solo e abbandonato. Servire partendo da una semplice domanda: "Come posso aiutarti?"
Per maggiori info sulla World Watch List e su come Porte Aperte elabora questa lista di paesi dove esiste la persecuzione. L'IS e il suo agghiacciante ultimatum ai cristiani!
Lo Stato Islamico (IS) sta allargando la sua sfera di influenza in Medio Oriente, Asia Centrale e Nord Africa. Le loro strategie sono terrificanti… e stanno colpendo in particolare i cristiani.Pochi giorni fa, alcuni cristiani in questa regione hanno ricevuto un'agghiacciante lettera firmata Stato Islamico in cui si legge:
"Chiunque non conosca il Corano, chiunque non preghi 5 volte al giorno e chiunque creda e confessi Cristo sarà presto ucciso”.
Riesci a immaginare cosa significhi ricevere una lettera come questa? Non sapere se ti stanno osservando o se all'improvviso possono aggredire te e la tua famiglia?
Porte Aperte sta lavorando in questa regione per aiutare i cristiani che affrontano questa persecuzione estrema. Attraverso piani che provvedono case sicure, supporto ai profughi e distribuzione di materiale cristiano, cerchiamo di stare al fianco di questi fratelli e sorelle perseguitati nel momento di maggiore bisogno. E i bisogni sono così tanti!
Stanno rischiando le loro vite per seguire Cristo… e hanno estremo bisogno del tuo aiuto!
Rispondi
 ·
KingxKingdom Unius REI3 giorni fa

Bush 322 Rothschild 666 ] perché le vostre lucertole, streghe, sacerdoti di satana, i vostri zombies ed alieni [ strisciano, vomitano, gettano il sangue e muoiono?
Rispondi
 ·
KingxKingdom Unius REI3 giorni fa

my JHWH ] certo [ io li porterò all'esaurimento!
Rispondi
 ·
KingxKingdom Unius REI4 giorni fa

Bush 322 Rothschild SpA Fmi NWO le bestie all'inferno ] è inutile che, voi vi lamentate con me, voi avete il Fmi Spa NWO, la piramide massonica, quindi, dal monopolio del denaro: IL CONTROLLO DELLA MONETA, voi avete: RUBATO: il monopolio di ogni cosa, tutto quello che è stato rovinato nel mondo? VOI NE SIETE I RESPONABILI DIRETTI O INDIRETTI!  infatti, voi non avete voluto bene alle persone, voi avete fatto soltanto i vostri interessi!  VOI AVETE DANNEGGIATO E ROVINATO TUTTO! Voi e i vostri alleati salafiti, voi avete portato i musulmani alla esasperazione, ed oggi loro sono diventati islamici!
Rispondi
 ·
KingxKingdom Unius REI4 giorni fa

Bush 322 Rothschild SpA Fmi NWO le bestie all'inferno ] LA MIA LINEA ADSL FASTWEBNET.IT? HA SEMPRE FUNZIONATO BENE... sono stati i tuoi sacerdoti di satana, HACHER, CIA NSA DATAGATE, che oggi, LORO mi hanno impedito di inviare mail: al mio partito FdI, al fine di impedire a me: di poter fittare il mio locale commerciale... quindi, adesso pagate voi le disoneste tasse, prelievo fiscale truffa signoraggio bancario, al posto mio? [ IO HO CREATO UN "CASINO", per colpa vostra, NEL MIO GRUPPO CHAT: WHATSUPP LA POLITICA DELLA "NUOVA DESTRA" PER COLPA VOSTRA, ed io stavo per fare del male a delle persone innocenti per colpa vostra! ]
INOLTRE, i vostri satanisti MI HANNO, anche, IMPEDITO ANCHE DI PARLARE CON LA ASSISTENZA Fastweb (192193) PER BEN DUE VOLTE [ operatore 8388 e operatore 8446 alle 22,45 circa, del 20 maggio 2015 ] ECCO PERCHé, IO HO CAPITO CHE VOI ERAVATE DIETRO A TUTTO QUESTO MALEFICIO! voi siete dei depravati

[20/5/2015, 21:44] +39 320 570 8054: forse Giacinto Auriti è un discorso che va oltre la nostra portata? MA, QUESTO NON SAREBBE SUCCESSO SE QUALCUNO MI PARLAVA. e mi istruiva. io sono stato costretto ad andare avanti da solo soltanto perché io sono stato emarginato! ed adesso qualcuno si deve assumere la responsabilità se io ho fatto il passo più lungo della gamba..
[20/5/2015, 22:02] Marcello Gemmato: Lorenzo mi sembra impossibile perché la mia mail funziona bene
[20/5/2015, 22:02] Marcello Gemmato: Ho ricevuto altre mail
[20/5/2015, 22:09] +39 320 570 8054: ok cancello tutto! sembra che è fastweb che sta avendo dei problemi.. scusami cancello tutto.. ma, il mio problema di comunicazione e di intesa con Filippo Melchiorre rimane dato che dopo 5 mesi non sono mai riuscito ad avere da lui delle istruzioni!
[20/5/2015, 22:21] +39 320 570 8054: ad un amico [ tu non risolverai mai i problemi fuggendo.. e tu non riuscirai mai ad essere un buon amministratore in questo modo, e soprattutto non aiuterai mai il partito a crescere pensando che la pedina più debole può essere sacrificata senza problemi! PERCHé TU NON PUOI mai CAPIRE tutte le DINAMICHE CHE POSSONO INTERAGIRE! ecco perché la scelta della giustizia e della verità (quelle scelte di rettitudine che Marcello GEMMATO ha fatto) sono le uniche scelte che possono avere un futuro politico
Rispondi
 ·
KingxKingdom Unius REI4 giorni fa

al Vaticano si sono TUTTI rincoglioniti! sarebbe bene CHE ANDASSERO LORO A PRENDERE IL MARTIRIO COSì SI TOLGONO DALLE PALLE ... UNA BUONA VOLTA, PER SEMPRE! CON LE LORO COGLIONATE RELIGIOSE, STANNO FACENDO STERMINARE TUTTI I CRISTIANI DI: AFRICA, E MEDIO ORIENTE: CHE POI, TERRORISTA HAMAS ABUMAZEN SHARIA NAZISMO è ANCHE DIVENTATO L'ANGELO DELLA PACE .. QUESTO è TROPPO ]] 23.02.2015. L'ISIS farà crescere la Chiesa. E la Chiesa cambierà la storia ancora una volta [[ credo che, ci vooglia un grande cinismo, a parlare in questo modo: i 50 popoli che, la LEGA ARABA shariah ha soffocato definitivamente in questi 1400, di maledetta storia maomettana: Direbbero che al Vaticano si sono TUTTI rincoglioniti!  ]] I martìri di massa a cui stiamo assistendo in Medio Oriente saranno seguiti, come sempre in questi casi, da una notevole crescita del cristianesimo che cambierà il corso della storia.
Profeta in vista del terzo millennio del cristianesimo, San Giovanni Paolo II ha affermato: “La Chiesa è divenuta nuovamente Chiesa dei martiri”.
Poi, quando il nuovo millennio è arrivato, ha ricordato come il sangue dei martiri abbia costruito la Chiesa delle origini malgrado le prove della storia.
“Non sarà così anche per il secolo, per il millennio che stiamo iniziando?”, ha chiesto.
Sarà sicuramente così. Il sangue dei martiri ha sempre portato e porterà sempre un rinnovamento, per motivi sia prosaici che profondi.
Il martirio, infatti, dipinge il quadro senza pari al contempo dell'orrore dei nemici di Cristo e della bellezza della cristianità.
Paragoniamo le storie che provengono da Al Alour (Egitto) ai jihadisti infuriati che hanno rapito e decapitato oltre una dozzina di uomini di quel villaggio.
Sophia Jones per l'Huffington Post e Ian Lee e Jethro Mullen per la CNN hanno raccolto le storie degli ultimi martiri egiziani dell'ISIS.
Al Alour è un villaggio povero, e gli uomini morti erano operai.
La Jones ha raccontato la storia di Hani Abdel Messihah, 32 anni, che lascia quattro bambini e una moglie che lo ricorda come “gentile e amabile”.
“Si prendeva cura di tutti noi. Ci dava baci e abbracci”, ha detto la moglie. “In tutto ciò che diceva c'era una preghiera”.
Yousef Shoukry era un cristiano copto 24enne che era andato in Libia a lavorare malgrado i pericoli che questo comportava. Diceva di non aver paura perché Dio era con lui. Suo fratello maggiore Shenouda ha avuto parole di lode per lui: “Viveva secondo il Libro. Non riesco a ricordare che abbia mai fatto qualcosa di male”.
Negli articoli, i cristiani vengono descritti dai loro parenti in termini decisamente umani: “molto dolce”, “timido”, “l'essere più felice con la sua famiglia e i suoi bambinI”.
Nelle loro storie si può sentire l'eco del primo millennio di martiri: “Guardate come si amavano”.
Il tutto contrasta nettamente con l'appello lanciato a settembre dal portavoce dell'ISIS Abu Mohamed al-Adnani, che ha detto ai suoi seguaci di trovare un non islamico e di “spaccargli la testa con una roccia, o assassinarlo con un coltello, o passargli sopra con la macchina, o gettarlo da un luogo elevato, o strangolarlo, o avvelenarlo”.
Ecco la prima cosa che fanno i martiri: mostrano al mondo che siamo persone d'amore, che si ergono contro l'odio. L'amore vince la lotta ogni volta.
Al di là del fatto di dimostrare questo contrasto, gli episodi di martirio rafforzano direttamente i seguaci di Gesù Cristo.
Il più grande scandalo nella storia della Chiesa è stata la disunione dei cristiani, che ha separato il corpo di Cristo e ha indebolito la nostra testimonianza. Quando gli eredi della verità di Cristo hanno iniziato a proclamare dottrine ampiamente diverse, si sono diffusi rapidamente scetticismo e relativismo.
Il martirio unisce la Chiesa come nient'altro.
Parlando dei martiri egiziani, papa Francesco ha sottolineato l'“ecumenismo del sangue”.
“Dicevano solamente: ‘Gesù aiutami’. Sono stati assassinati per il solo fatto di essere cristiani. Lei, fratello, nel suo discorso ha fatto riferimento a quello che succede nella terra di Gesù. Il sangue dei nostri fratelli cristiani è una testimonianza che grida. Siano cattolici, ortodossi, copti, luterani non importa: sono cristiani! E il sangue è lo stesso. Il sangue testimonia Cristo”.
Alla fine vediamo che possiamo unirci quando dobbiamo stare insieme ai piedi della croce – e la croce è la ragione ultima per cui “il sangue dei martiri è il seme dei cristiani”, per citare Tertulliano.
Il Medio Oriente imparerà presto la lezione che i comunisti atei hanno imparato dopo che hanno provato a distruggere la fede nei loro Paesi. Nell'Europa orientale la fede sta aumentando, anche se in Occidente è in declino.
È la logica della croce: fede, speranza e amore aumentano con il sacrificio. Quando i nostri fratelli e le nostre sorelle muoiono per la loro fede, ricordiamo che non possiamo vivere senza.
La testimonianza eroica dei martiri egiziani sta già avendo il suo effetto.
Il fratello di Yousef Shoukry, Shenouda, ha guardato il video del martirio del fratello. “Ho visto che negli ultimi momenti della sua vita aveva forza”, ha affermato secondo quanto ha riferito la Jones, aggiungendo di aver visto “una luce celeste splendere sul volto del fratello, anche dopo che era stato decapitato”.
“Questo mi ha consolato”, ha detto Shenouda.
La CNN ha riferito che anche il fratello di Mina Aziz, Hana, è stato sollevato dopo aver visto il video.
“Fino all'ultimo momento, il nome di Gesù era sulle loro labbra”, ha dichiarato. “Mentre venivano martirizzati, invocavano il nome di Dio, dicendo 'Dio, abbi misericordia di noi'. Tutto il villaggio è fiero di loro”.
Tutta la Chiesa ne è fiera.
“Gli eventi storici legati alla figura di Costantino il Grande non avrebbero mai potuto garantire uno sviluppo della Chiesa, quale si verificò nel primo millennio, se non fosse stato per quella seminagione di martiri e per quel patrimonio di santità che caratterizzarono le prime generazioni cristiane”, ha detto San Giovanni Paolo II.
“Nel nostro secolo sono ritornati i martiri, spesso sconosciuti, quasi 'militi ignoti' della grande causa di Dio. Per quanto è possibile non devono andare perdute nella Chiesa le loro testimonianze”.
La loro testimonianza non andrà perduta. La Chiesa uscirà più forte dal loro sacrificio.
Mostreremo al mondo ancora una volta che l'amore conquista la morte.
[Traduzione dall'inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]


@ISRaELE] non possiamo pretendere che sia un prete, a fare quello, di fare condannare la shariah, che ha il coraggio di fare: questa condanna degli islamici shari'a: in tutta la LEGA ARABA, cioè, che faccia lui, quello che i politici massoni usurai bildenberg culto Fmi Spa Nwo 322 Bush, Obama GENDER, che, loro non osano fare!


avete visto? io non ho ancora nessun motivo valido per togliere il mio supporto e la mia fedeltà a Papa FRANCESCO ] 20.05.2015, http://www.aleteia.org/it/video/papa-francesco-udienza-maestra-elementari-parolaccia-video-5818133440888832 Papa Francesco e l'"incidente" con la maestra delle elementari. Una volta, quando ero in quarta elementare, ho detto una brutta parola alla maestra; e la maestra, una buona donna, ha fatto chiamare mia mamma , mia mamma è venuta il giorno dopo, hanno parlato fra loro e poi sono stato chiamato. E mia mamma davanti alla maestra mi ha spiegato che quello che io ho fatto è una cosa brutta non si doveva fare, ma con tanta dolcezza lo ha fatto la mamma e mi ha chiesto di chiedere perdono davanti a lei alla maestra. Io l’ho fatto e poi sono rimasto contento, è finita bene la storia. Ma quello era il primo capitolo. Quando sono tornato a casa incominciò il secondo capitolo. Immaginatevi voi. Oggi la maestra fa una cosa del genere, il giorno dopo ha 2 genitori o uno dei due a rimproverare la maestra perché i tecnici dicono che ai bambini non si deve rimproverare così. Sono cambiate le cose.".. [ oggi, noi abbiamo una generazione di adolescenti bulli e cinici!

momento della deflagrazione

=======================
In ONORE DEI NOSTRI CADUTI DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE ] [ oggi, parteciperò, come guida spirituale, ad una commemorazione in onore dei nostri caduti della PRIMA Guerra Mondiale, organizzata da un gruppo ricreativo culturale: locale storico di Alleanza NAzionale, partiremo da Piazza Porta Nuova: di Ceglie del Campo, alle 15,30, per arrivare al Cimitero, e poi, dal cimitero andremo al monumento di Padre Pio. per le 16,30 tutto si concluderà. Quindi un mecenate del gruppo, ha già organizzato la posa dei fiori al monumento dei caduti di Carbonara, quindi, questa mattina a Ceglie del Campo: la Banda ha suonato il silenzio, e iniziative musicali nella stessa Piazza Porta Nuova, ci saranno in serata!
La situazione è più grave del previsto: i neo immessi in ruolo, i perdenti posto e chi chiede trasferimento saranno inseriti nell'organico dell'autonomia.... Vuol dire che andranno a finire in una graduatoria regionale e non avranno più la possibilità di avere una scuola fissa! Quel che è peggio è che se nessun dirigente li chiamerà per insegnare, lavoro per cui una persona si è laureata e specializzata, in quell'anno saranno utilizzati per le supplenze su scala REGIONALE!!! Le graduatorie di prima, seconda e terza fascia seppur tenute in vita non saranno più utilizzate, giacché i docenti di ruolo, sopra menzionati, saranno i supplenti del domani... Sempre utilizzati in tutta la REGIONE! Scompariranno man mano così l'organico di diritto e di fatto e tutti i docenti entreranno NELL'ORGANICO DELL'AUTONOMIA per FARE, se va bene, i DOCENTI viceversa SUPPLENTI di regione! DIFFONDETE PER FAVORE! FALLO GIRARE TRA I COLLEGHI DI RUOLO FORSE NON SONO INFORMATI DELLA FINE CHE FARANNO CON QUESTO "DISEGNO DI LEGGE"
Cosa puoi fare adesso: Condividi la petizione con i tuoi conoscenti per aumentare le probabilità che la petizione vinca. Ciao, Ho appena firmato la petizione, "Scuola, genitori, personale ata: Firmate per la richiesta referendum popolare sulla Buona Scuola". Credo che questo sia importante. La firmerai anche tu?
http://www.change.org/p/scuola-genitori-personale-ata-firmate-per-la-richiesta-referendum-popolare-sulla-buona-scuola
 ========
Climate Change Now top National Security Priority. obama-climate-change. Click here to watch: Obama Decides to Double Down on Climate Change as his National Security Priority. At a time when the U.S. military is facing threats on multiple fronts -- most immediately, the advances of the Islamic State in Syria and Iraq, where the terror group recently seized Ramadi -- President Obama told U.S. Coast Guard Academy graduates that climate change needs to be added to that list of threats. "This is not just a problem for countries on the coast or for certain regions of the world. Climate change will impact every country on the planet. No nation is immune," the president said. "So I am here today to say that climate change constitutes a serious threat to global security, an immediate risk to our national security, and, make no mistake, it will impact how our military defends our country. And so we need to act -- and we need to act now." The president delivered the message at the Coast Guard Academy in New London, Conn. The president in recent months has pressed for action on global warming as a matter of health, as a matter of environmental protection and as a matter of international obligation. He even couched it as a family matter, linking it to the worry he felt when one of his daughters had an asthma attack as a preschooler.
Watch Here. His speech to the cadets, by contrast, focused on what the Obama administration says are immediate risks to national security, including contributing to more natural disasters that result in humanitarian crises and potential new flows of refugees. Further, the president said he sees climate change aggravating poverty and social tensions that can fuel instability and foster terrorist activity and other violence. Obama said the cadets would be part of the first generation of officers to begin their service in a world where it is increasingly clear that "climate change will shape how every one of our services plan, operate, train, equip and protect their infrastructure." As for the impact in the U.S., Obama pointed to streets in Miami and Charleston, S.C., that flood at high tide and to military bases around the country already feeling negative effects. "Around Norfolk, high tides and storms increasingly flood parts of our Navy base and an air base," Obama said of military facilities in Virginia. "In Alaska, thawing permafrost is damaging military facilities. Out West, deeper droughts and longer wildfires could threaten training areas our troops depend on." With the Republican-led Congress resistant to Obama's push for more environmental regulation in response, the president has been using executive orders to cut greenhouse gas emissions and making the issue a theme of speeches. But his climate change agenda has drawn strong political opposition and a number of legal challenges. Many of the GOP presidential candidates for 2016 have said that taking unilateral steps to address climate change could hurt the U.S. economy.
Source: Fox News. CLICK HERE TO FORWARD THIS EMAIL TO YOUR FRIENDS
===========
Hola lorenzo: No sé si te habrás enterado. Hace unas semanas saltó a la prensa el caso de una niña de 10 años violada por su padrastro. Amnistía Internacional agarró el caso como bandera de la defensa del aborto. El ministerio de Salud  de Paraguay ha negado el aborto por ser inconstitucional e ilegal. Pero sobre todo, porque no ayuda a mejorar la situación de la niña. ¿De qué le sirve a la niña ser madre de un hijo muerto? La niña está siendo debidamente atendida y se encuentra bien dentro de la situación.
Pero Amnistía Internacional insiste. No suelta la bandera. No es que le preocupe la niña. Están utilizando a la niña para su nefata causa. Una injerencia ideológica absolutamente inaceptable.
¿Quieres mostrar tu rechazo a las prácticas de Amnistía Internacional?
http://www.citizengo.org/es/22290-cese-injerencia-ideologica-amnistia-internacional
Como probablemente sepas, el caso de Paraguay no es el primero. Amnistía lleva agarrando casos de niñas violadas por padrastros desde hace tiempo. Lo hizo en Nicaragua y El Salvador. Y en México elevó un informe recomendando el aborto libre como "derecho”. ¿Quiénes se han creído los de Amnistía?, ¿defienden la vida sólo después de haber nacido? Una vergüenza, lorenzo. Les da igual la niña, les da igual la legislación, les da igual todo. Lo único que pretenden (con muchos dólares) es IMPONERNOS su ideología nefasta y mortal. Pre$sione$ extranjera$ se llaman... Y ya está bien. Ya está bien de que vengan con su prepotencia a enseñarnos el nuevo catecismo del bien y del mal. Ya está bien de que ninguneen nuestra legislación y nuestro gobierno. Ya está bien de que se rían de nuestra soberanía.
¿Quieres decírselo tú ahora?
http://www.citizengo.org/es/22290-cese-injerencia-ideologica-amnistia-internacional
En medio de este acoso, el ministerio de Salud paraguayo se está comportando ejemplarmente. No sólo ha rechazado el aborto, sino que ha publicado nuestra campaña en su página web:
Pero la campaña de Amnistía Internacional continúa. Han lanzado una campaña en internet para pedirle al presidente que permita el aborto de la niña. Y ya son miles los que han firmado. De momento, son más que nosotros. ¿Lo vamos a permitir?
lorenzo, te pido un gesto de solidaridad con Paraguay. Ahora le toca a Paraguay, pero nos puede tocar a nosotros en cualquier momento. Su estrategia es legalizar el aborto en toda América Latina.
Varias organizaciones provida de varios países ya se han manifestado en un desplegado publicado en la prensa.
http://www.citizengo.org/es/22290-cese-injerencia-ideologica-amnistia-internacional
Gracias, lorenzo, por apoyar esta campaña. Juntos construimos un mundo mejor para nuestros hijos; un mundo en donde se respete al menos el principal de los derechos, el derecho a la vida.
Cualquier novedad, te iré contando. Un fuerte abrazo, Luis Losada Pescador y todo el equipo de CitizenGO. PD. Gracias, lorenzo, por apoyar esta campaña. ¿Puedes publicarla en tu página de Facebook para que más gente se pueda sumar?
PD2. Si quieres estar actualizado sobre lo que ocurre en cuestiones provida en toda América Latina puedes consultar www.defendiendovidas.org
No les importa ni la legislación nacional ni la opinón pública ni la gente ni el derecho a la vida del niño por nacer. Una injerencia ideológica inaceptable. #BastaYA. VIDA SI, ABORTO NO. Escribe a Amnistía Internacional y muéstrales tu queja
Firma esta petición haciendo clic aquí. Amnistía Internacional practica una injerencia ideológica intolerable. Ni aborto ni eutanasia. No ceder a las presiones!!
===============================
India: il primo anno del governo Modi. 12-05-2015. India, Dopo un anno di governo del Primo Ministro Narendra Modi,  esponente del partito nazionalista BJP, la situazione dei cristiani non è affatto migliorata, nonostante il Presidente abbia difeso con forza, in un'occasione, il pluralismo religioso.
Il 16 maggio 2014, il Bharatiya Janata Party (Partito del Popolo Indiano) ha vinto le elezioni e il suo candidato, Narendra Modi, è diventato Primo Ministro. Il programma elettorale prevedeva l'eliminazione della corruzione dagli uffici pubblici e il sostegno e il rafforzamento dell'economia. A causa di questo programma molti cristiani hanno votato il BJP nonostante  un certo malessere tra i leader cristiani a causa del carattere nazionalista del partito!
In questo primo anno di governo la situazione non sembra essere migliorata. Il tasso di incidenti contro i cristiani (già alto in precedenza) è cresciuto ulteriormente e il movimento che promuove la riconversione dei cristiani all'induismo ha guadagnato forza.
In questo periodo il Primo Ministro ha parlato molto poco di libertà religiosa, ma in un'occasione, dovendo affrontare pubblicamente la questione, ha difeso con forza il pluralismo religioso. Nella sua relazione annuale del 2015, pubblicata il 30 aprile scorso, la Commissione USA sulla libertà religiosa internazionale ha preso atto delle affermazioni di Narendra Modi, ma ha sottolineato che gli episodi di violenza a sfondo religioso sono aumentati per il terzo anno di fila in India.
Sebbene il Presidente del Consiglio indiano definisca il suo un governo laico e volto allo sviluppo della nazione, la realtà appare totalmente diversa.
In quest'ultimo anno la situazioni delle minoranze religiose è piuttosto peggiorata e non solo per l'aumento delle violenze. All'interno dei libri di testo scolastici sono state inserite parti del Bhagavadgita, un testo sacro indù, che rendono lo studio dell'induismo obbligatorio. È aumentata la richiesta di leggi anti-conversione in vari stati dell'India. Sono cresciuti il movimento per la riconversione dei cristiani all'induismo e il supporto dei media alla propaganda anticristiana (con accuse di conversioni forzate). Gli episodi di violenza contro i cristiani e le loro proprietà sono aumentati, così come il numero di responsabili di chiesa ed evangelisti arrestati con false accuse.
In una situazione che non accenna a migliorare Porte Aperte vuole rimanere al fianco dei cristiani perseguitati. Puoi farlo anche tu adottando un nostro progetto o facendo un regalo!
==================
Algeria: il muezzin si converte a Cristo, 05-05-2015. Algeria. La storia straordinaria di un muezzin, educato nella stretta osservanza dei dettami dell'islam, pronto a diventare imam, che si converte a Gesù grazie un avvenimento miracoloso che ha cambiato radicalmente la vita sua e della sua famiglia.
Fino a poco tempo fa, Mohand usava la sua voce per chiamare i musulmani alla preghiera. Per tutta la sua vita è stato formato per essere un muezzin (nella liturgia islamica è la persona incaricata a chiamare 5 volte al giorno dal minareto i fedeli alla preghiera) e in futuro, magari, un imam. Ma quello che lui non esita a definire un miracolo nella sua famiglia, ha cambiato totalmente il suo destino.
"Sono stato cresciuto nei valori e nei dettami dell'islam. Mio padre, che mi aveva indirizzato alla stretta osservanza dei riti islamici, mi convinse a frequentare la Cheurfa N'Bahloul, la più famosa scuola coranica del Nord della Algeria. Ero stato nominato muezzin e mi stavano preparando a diventare un imam", racconta Mohand.
Ma un giorno a suo figlio di 15 anni fu diagnosticato il cancro: fu un duro colpo per lui e per la famiglia. La figlia (sorella dunque del ragazzino) disse a papà Mohand che una sua collega le aveva parlato di Gesù Cristo e del fatto che Egli, nella Sua volontà, poteva curare i malati. Disperati, provarono anche questa via, invitando a casa la collega. "Ci raccontò della sua conversione e di cosa Dio aveva fatto nella sua vita. La sua testimonianza mi spinse a pregare Dio nel nome di Gesù per la guarigione di mio figlio. Dissi a Gesù: se guarisci mio figlio, saprò che tu sei la vera via", prosegue Mohand. "Pochi giorni dopo quella disperata preghiera, la salute di mio figlio iniziò a migliorare. La dottoressa, stupefatta, fece tutte le analisi e non trovò traccia della malattia. Decise così di chiedere un consulto esterno in una clinica privata a sue spese (io non potevo permettermelo). Alla fine mi disse che mio figlio era totalmente guarito e non sapeva spiegare come. Le dissi che era stato Gesù a guarirlo".
Ma che accadde a quella promessa fatta in preghiera? "Dio ha decisamente risposto a quella preghiera. Io, mia moglie e i miei figli abbiamo dato la nostra vita a Gesù. Da allora tutto è cambiato. Gesù ha trasformato la nostra tristezza in gioia!". Ora con passione e nelle occasioni che un contesto profondamente islamico offre, Mohand condivide con le persone ciò che Dio ha fatto nella sua famiglia. "Quando ero un muezzin, mi lodavano per la mia voce. Oggi, ho dedicato la mia bella voce a proclamare il Vangelo". 
=======================
Yemen: i cristiani reagiscono pregando. 21-04-2015. Yemen. La guerra in Yemen fa scivolare il paese ancor più nel caos. Tanti gli attori in campo, per l'ennesima tensione tra sciiti e sunniti. I credenti nazionali e stranieri non sembrano paralizzati dalla paura e rimangono attivi nell'incontrarsi e nel condividere la loro fede con altri
Il Medio Oriente è in fiamme. Dal 25 marzo  è ufficialmente esplosa un'altra guerra in questa regione surriscaldata: aerei sauditi e di altri paesi arabi hanno bombardato le postazioni in Yemen dei ribelli sciiti Houthi, che nelle ultime settimane avevano preso il controllo della capitale Sana'a e di altri territori nell'ovest del paese. A quanto pare il presidente Hadi, eletto nel 2012 dopo la fine del regime di Saleh, non è riuscito a formare un governo stabile che includesse anche i gruppi discriminati dal precedente regime (tra cui i ribelli Houthi appunto e le forze separatiste del sud) e ciò ha scatenato la loro reazione. La situazione in Yemen è resa ancor più complessa dalla presenza di al Qaeda in Yemen, che controlla alcuni territori nel sud del paese. Dunque gli attori in gioco sono molti, anche se alcuni media tendono a semplificare affermando che lo Yemen è di nuovo diventato scenario di guerra tra sciiti (sostenuti dall'Iran) e sunniti (wahhabiti sostenuti dall'Arabia  Saudita).
Ma in questo caos come vivono i pochi cristiani yemeniti?
Secondo le nostre informazioni, i credenti nazionali e stranieri non sembrano paralizzati dalla paura della guerra civile in atto, e rimangono attivi nell'incontrarsi (per incoraggiarsi l'un l'altro) e nel condividere (quando possibile) la loro fede con altri. Lo Yemen è 14° nella WWList 2015 e il livello di persecuzione è elevato. La maggioranza dei cristiani è straniera e sono percepiti come intrusi dall'identità nazionale e tribale. Diminuiti nel periodo post Primavera Araba per via dell'instabilità della regione, essi vivono solitamente separati dalla società islamica: prima di questi recenti sviluppi potevano praticare la fede in maniera controllata (quindi non totalmente liberi), ma non potevano fare nessun tipo di proselitismo.
Invece i cristiani locali, quindi i musulmani convertiti, devono vivere la fede nel segreto, vengono gravemente perseguitati dalle autorità (detenzione), dalla famiglia e dai gruppi islamici radicali, che minacciano di morte gli apostati, se non ritornano all'islam. Storicamente, gli estremisti di Al Qaeda in Yemen hanno ucciso, rapito e attaccato i cristiani in numerose occasioni.
La guerra in atto inevitabilmente crea tensione e mancanza di sicurezza, ma come dicevamo sappiamo che i cristiani yemeniti stanno reagendo continuando le loro attività, pregando per la nazione e in particolar modo, pregando perché persino la guerra possa trasformarsi in un'occasione per diffondere il messaggio di Gesù.
==============================
Nigeria: un anno fa rapirono le ragazze di Chibok. 14-04-2015. Nigeria (Nord) Oggi è il primo anniversario del rapimento delle ragazze di Chibok. Ben 232 sono ancora nelle mani dei Boko Haram. Voci che siano morte scuotono le famiglie. Ricordare e agire a sostegno dei perseguitati è sempre più necessario.
14 aprile 2014, ore 22:00, Scuola Statale Secondaria di Chibok, villaggio del nord-est della Nigeria, stato di Borno: 7 grossi pick-up irrompono nel compound della scuola, uomini pesantemente armati hanno il sopravvento sulle poche guardie presenti. Esplode il panico: urla e spari sferzano la notte nigeriana. Gli assalitori rapiscono decine di ragazze e spariscono nel cuore della foresta di Sambisa. Una sequela di notizie si susseguono nei media internazionali e fanno il giro del mondo: 100 ragazze rapite, no 150, poi diventano 200. Dopo il caos iniziale si giunge alla cifra esatta di 252 ragazze rapite. Secondo i collaboratori di Porte Aperte in loco e dopo i contatti con le famiglie, riscontriamo che 20 delle 252 ragazze scappano in distinti momenti del rapimento.
Ad oggi, dopo esattamente un anno da quella tragica notte, mancano all'appello 232 ragazze. Sono nelle mani dei Boko Haram. Almeno 165 di loro sono cristiane, per lo più della denominazione evangelica Chiesa dei fratelli. Non abbiamo notizie di altre fughe, né di pagamento di riscatti. Potrebbero essere state mantenute in gruppo o divise, molto probabilmente sono in un altro stato, forse in Niger. Le famiglie vivono nel dolore di non sapere la fine delle loro figlie. Porte Aperte segue parte di queste famiglie da vicino: tra le altre cose nei mesi scorsi abbiamo consegnato centinaia di lettere di incoraggiamento da ogni parte del mondo.
Dove sono queste nostre figlie? Queste nostre sorelle? Un ufficiale dell'UNHCR, Raad Zeid al Hussein, sostiene che potrebbero essere state uccise, poiché vari rapporti giunti al suo ufficio di Ginevra parlano del ritrovamento di una fossa comune a Bama (città nigeriana riconquistata dall'esercito) con molti corpi di donne, uccise dai Boko Haram nella fase di ritirata. Secondo Porte Aperte, non ci sono ad oggi evidenze che possano farci pensare che si tratti proprio delle ragazze di Chibok, solo supposizioni: anche se le voci stanno girando in fretta, non ce la sentiamo di confermarle proprio perché ad oggi mancano prove.
Il fatto è che i cristiani nel nord-est della Nigeria stanno soffrendo sempre maggiori e brutali violenze sia da parte dei Boko Haram che degli allevatori musulmani Hausa-Fulani (altra piaga di cui poco si parla, razziano, uccidono e saccheggiano per conquistare le terre degli autoctoni, per lo più cristiani). C'è così tanto da fare! Aiutateci a intervenire con progetti mirati a sostegno dei perseguitati, prima che sia troppo tardi!
======================
Kenya: amate i vostri nemici. 07-04-2015. Kenya. Di fronte al massacro degli studenti cristiani in Kenya, per Porte Aperte è importante fare due cose: 1) richiamare al cuore del messaggio pacificante di Gesù,
2) agire in favore dei perseguitati. ISLAM = I Sincerely Love All Muslim (io amo sinceramente tutti i musulmani) è un acronimo più volte citato da Fratello Andrea per descrivere l’approccio che Porte Aperte ha e ogni cristiano dovrebbe avere nei confronti dei musulmani. Di questi tempi suona dirompente. A Garissa, 150 giovani vite sono state spezzate dalla barbarie degli estremisti islamici di Al-Shabaab: tutto il mondo ne parla. E tutto il mondo ora parla di persecuzione dei cristiani, di fronte all’ennesima implacabile scelta dei terroristi di lasciare liberi gli studenti musulmani e di massacrare quelli cristiani. Mai come ora è essenziale richiamare al cuore del messaggio pacificante di Gesù: “Amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano”. Come missione cristiana impegnata a sostenere i cristiani esattamente là dove vengono perseguitati, Porte Aperte ricorda il difficile percorso di perdono a cui Cristo chiama tutti coloro che si dicono cristiani.
Una famosa speaker radiofonica keniota della Nations Radio FM, Ciku Muriuki, ha scritto una lettera pubblica indirizzata proprio ai militanti di Al-Shabaab, di cui pubblichiamo degli stralci.
Cari Al-Shabaab,
avete rivendicato l’uccisione degli studenti cristiani. Sono triste per le loro famiglie costrette ad affrontare questa perdita, ma non sono triste per quegli studenti. La loro è una morte speciale. Suppongo che abbiate scelto deliberatamente questi giorni perché è Pasqua. Il momento in cui Cristo ha deposto la Sua vita per tutti noi, sì, anche per voi. Perché mai l’ha fatto, per essere deriso? Ebbene, voi non siete i primi a deriderlo. In questi giorni 2000 anni fa ci fu una moltitudine rabbiosa che lo derise, lo insultò, acclamando il Suo sangue. C’erano soldati romani che gli sputarono addosso, lo picchiarono, torturarono e gli posero una corona di spine sul capo, appendendolo crudelmente a una croce. Ci fu chi lo rigettò come Messia anche se sapeva esattamente chi fosse e cosa facesse. Molti videro i Suoi miracoli, ascoltarono le Sue parole… Gesù guardò i criminali attorno a Lui, la folla, i soldati e i leader religiosi e disse: “Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno”. La croce non uccise Gesù. I romani non l’hanno ucciso. I sadducei e farisei non l’hanno ucciso. Ma fu Gesù a deporre volontariamente la sua vita terrena… Lui ha pagato il prezzo per i peccati che noi commettiamo… Perciò a tutti voi giovani militanti di Al-Shabaab che avete ucciso i miei fratelli e le mie sorelle cristiani: io vi perdono. Mentre voi riempite il vostro cuore di odio (esattamente come quella moltitudine fece 2000 anni fa), io riempirò il mio cuore di amore, come fece Gesù, perché voi in realtà non sapete cosa state facendo. Non farò cordoglio. Ho GIOIA nel mio cuore… Gesù morì e poi risorse... Anche se ci uccidete tutti, noi risorgeremo…
Abbiamo bisogno del vostro aiuto per sostenere i cristiani perseguitati nei tanti scenari in cui soffrono a causa della loro fede in Gesù. Non possiamo lasciarli soli.
========================
Iraq: ecco come aiutate la Chiesa. 31-03-2015. Iraq. Il 2014 è stato un anno difficile per i cristiani in Iraq. Porte Aperte ha risposto nelle 12 ore successive al primo esodo da Mosul, fornendo aiuti. 80.000 sfollati sono stati aiutati con generi di prima necessità. Per la prima volta in 1600 anni non sono stati celebrati culti in questa città. Nel 2015 continuerà la nostra attività di sostegno ai cristiani iracheni.
Il 2014 è stato un anno difficile per i cristiani in Iraq. Dopo la violenta conquista di Mosul e della zona circostante da parte dell’ISIS, migliaia di cristiani hanno abbandonato le loro case. Attraverso i partner locali, Porte Aperte ha risposto nelle 12 ore successive al primo esodo da Mosul, fornendo loro aiuti. "C'erano molte persone per strada, anche nel bel mezzo della notte. I miei figli hanno visto cadaveri e alcune case erano incendiate dalle bombe. Eravamo così impauriti!", afferma un profugo di Mosul sugli avvenimenti del 9 giugno 2014.
A causa delle atrocità commesse dall’ISIS (o IS), un numero stimato di 120.000 cristiani sono fuggiti insieme a componenti di altre minoranze. Per la prima volta in 1600 anni non sono stati celebrati culti a Mosul. I terroristi hanno distrutto chiese e altri luoghi cristiani. Profughi interni hanno seguito gli eventi dai campi profughi con il dolore nel cuore.
Quella stessa estate, milioni di cristiani in tutto il mondo hanno mostrato la loro solidarietà verso i cristiani in Iraq. Questo ha offerto a Porte Aperte la possibilità di estendere il lavoro di soccorso. 80.000 sfollati sono stati aiutati con generi di prima necessità (cibo, acqua, medicine, prodotti per l'igiene e materassi). In 2 campi abbiamo creato uno spazio per bambini, per giocare e ascoltare storie della Bibbia.
L'inverno ha causato molti problemi. Abbiamo fornito a molte famiglie ciò che era necessario per proteggersi dal freddo: coperte, stufe e vestiti caldi. Intanto una formazione specifica per la cura dei traumi preparava persone a supportare le vittime delle orribili violenze.
Oggi, mesi dopo l'inizio della crisi, la situazione degli sfollati interni nel Nord Iraq rimane critica. Molti vivono ancora in abitazioni improvvisate (edifici in costruzione, centri commerciali vuoti, complessi di uffici o alberghi), mentre altri vivono stipati nelle chiese.
Nel 2015 Porte Aperte continuerà a stare accanto ai cristiani in Iraq, sostenendoli attraverso i partner locali e le chiese. La distribuzione delle forniture di base continuerà e verranno avviati progetti di riabilitazione, come aiuto alla ricerca di un lavoro o creazione di piccole imprese. Le chiese saranno sostenute per rafforzare la fede dei cristiani (distribuzione Bibbie, attività per bambini e giovani, corsi di formazione sulla cura dei traumi, ecc.).
Molti sfollati temono di non tornare più nelle loro case e vogliono emigrare. Ma se l’ISIS abbandonasse alcune aree, alcuni cristiani sono pronti a tornare e Porte Aperte è pronta a sostenerli.
==========================
Siria: il nostro oratore rischia la vita. 24-03-2015. Siria. Seraphim, nostro oratore al prossimo convegno, è un pastore siriano che vive e serve nella sua chiesa ad Aleppo. 5 missili sono caduti nella sua area, uno particolarmente vicino ha distrutto le finestre del suo appartamento. Lui sta bene, ma 23 persone sono morte. Il pastore Seraphim ancora una volta ha rischiato la propria vita. E' vivo, sta bene e presto lo avremo con noi. Sarà infatti il nostro oratore al prossimo convegno di Porte Aperte (17-19 aprile 2015 a Torre Pedrera). È siriano e vive ad Aleppo, nel cuore della guerra civile, con all'orizzonte lo spettro dell'ISIS, immerso in un mare di caos, dolore, tragedie e missili. Imprevedibili missili. Continui e terrificanti fulmini di morte piovuti dal cielo che anche ieri (23 marzo 2015) hanno mietuto vittime nella zona in cui Seraphim risiede e guida la sua chiesa.
Che cosa significa andare in chiesa col terrore di essere colpiti da un missile? O di essere abbattuti come bestiame da un cecchino? Io, andrei in chiesa se la mia vita fosse a rischio? Se Dio chiedesse a me, come al pastore Seraphim, di rimanere per curare le Sue pecore, cosa risponderei?
Sono domande a cui i perseguitati sono chiamati a rispondere. A cui il nostro Seraphim di fatto ha dovuto rispondere. "Ieri abbiamo avuto il nostro culto di lode e adorazione, e gloria a Dio perché tutto è andato per il meglio", ci scrive ieri, nel nostro flusso continuo di contatti con lui in vista della sua venuta al nostro convegno in Italia.  "Ma oggi è stato un giorno davvero duro. 5 missili hanno colpito la nostra area. Il più vicino è caduto a pochi metri dal nostro edificio. Le finestre del nostro appartamento (camera da letto e salotto) e qualche finestra dell'ufficio sono state totalmente distrutte. Ma grazie a Dio, sebbene vi siano stati altri danni, non mi è successo niente. Disgraziatamente ho saputo che 23 persone sono morte e circa 30 sono state ferite. Che disastro… mentre ringrazio Dio per la mia protezione".
Queste sono le sfide dei cristiani che rimangono in Siria. Questa è la fede richiesta a Seraphim e a chi, come lui, decide di rimanere. Vi chiediamo preghiere per la Siria e in particolare per questo fratello e per la sua venuta al nostro convegno che, come immaginerete, non è priva di notevoli rischi.
===========================
Pakistan: la minoranza cristiana sotto attacco. 17-03-2015. Pakistan. Ancora attentati, morti e feriti fra i cristiani del Pakistan. La esigua minoranza cristiana del Paese, già pesantemente discriminata, è, sempre più spesso, presa di mira dalla violenza dei musulmani radicali (non solo fondamentalisti).
A due giorni dall'ultima follia omicida che ha sconvolto la piccola comunità cristiana del Pakistan (circa 4 milioni di cristiani  in una nazione con 180 milioni di abitanti al 97 percento musulmani), la popolazione di Yahounabad, il quartiere povero di Lahore a maggioranza cristiana, prova a ripartire, ma la tensione sociale aumenta.
I due attentati che domenica 15 marzo hanno ucciso almeno 17 persone e che ne hanno ferite più di 80 sono stati rivendicati dal gruppo islamico Jamaat-ul-Ahrar (legato ai talebani). In un preciso disegno anticristiano gli attentatori hanno scelto due chiese (una cattolica e una protestante), affollate per i servizi domenicali, che distano soltanto 400 metri l'una dall'altra.
Solo la presenza di volontari, che sorvegliavano gli ingressi e che hanno dato la loro vita per proteggere i fratelli che si trovavano all'interno delle due chiese, è riuscita a contenere l'effetto devastante degli attacchi. Tuttavia la loro presenza è la dimostrazione del clima di tensione che circonda da diversi anni i cristiani nel Paese.
Oltre agli attacchi da parte dei fondamentalisti islamici, i cristiani si trovano a dover fronteggiare una discriminazione costante e un'ostilità continua da parte della maggioranza musulmana della popolazione. Frequenti sono infatti le accuse, spesso infondate, di blasfemia a carico dei cristiani che possono portare a condanne (a morte) da parte dei tribunali, ma che spesso scaturiscono in episodi di violenza che portano all'assassinio degli accusati (come successo alla coppia uccisa e data alle fiamme nel novembre scorso).
La discriminazione sociale e gli attacchi mirati contro le chiese o i singoli cristiani stanno facendo aumentare a dismisura il livello di tensione all'interno della minoranza cristiana, che è tentata, in assenza di interventi significativi da parte del governo e della polizia, di reagire alle continue violenze. L'uccisione da parte della folla di due musulmani sospettati di aver collaborato con gli attentatori è ascrivibile proprio a questo stato di tensione, ma questo tipo di reazioni può solo contribuire ad inasprire i conflitti tra i due gruppi religiosi. Un cristiano pakistano intervistato da un nostro collaboratore a seguito dei due attacchi a Lahore ha dichiarato: "Ieri era il terrorismo. Oggi si sta trasformando in uno scontro comune. Solo un atto stupido, e siamo tutti a rischio".
============================
Iran: rilasciato il pastore Victor Bet-Tamraz. 10-03-2015. Iran. I cristiani iraniani si rallegrano per il rilascio del pastore Victor che è rimasto più di due mesi nel famigerato carcere Evin di Teheran a causa della sua fede. I cristiani iraniani sono lieti di annunciare il rilascio dalla prigione Evin di Teheran del pastore Victor Bet-Tamraz. L'agenzia MEC il 2 gennaio aveva diramato la notizia del suo arresto e la richiesta di pregare per lui. Il pastore Victor esprime la sua gratitudine a coloro che hanno pregato per lui, e ribadisce che è stata una grande fonte di incoraggiamento sapere di questo supporto.
Il 26 dicembre i funzionari della sicurezza avevano fatto irruzione nella casa del pastore Victor e condotto una perquisizione approfondita, confiscando Bibbie, cellulari e documenti di identità appartenenti alle persone riunite in casa sua per Natale. Tutti i presenti sono stati arrestati e la maggior parte rilasciati poco dopo, ma il pastore Victor e altri due credenti ex musulmani sono stati condotti nella prigione Evin.
Amin e Kaviyan, i due fratelli arrestati con lui, sono stati rilasciati su cauzione un mese fa. Al pastore Victor inizialmente è stata rifiutata la libertà su cauzione. Tuttavia, l'1 marzo gli è stata offerta la libertà condizionale. L'ammontare della cauzione era alta e la sua famiglia ha dovuto presentare alcuni documenti di proprietà per garantire l'ammontare della cauzione.
Il pastore Victor si sente debole, ha difficoltà respiratorie, e ha perso peso. Ha anche una infezione ai denti, ma per il resto la sua salute è discreta. I funzionari della sicurezza stanno tenendo sotto controllo la sua casa.
I cristiani iraniani gioiscono per il rilascio del pastore Victor, ma chiedono di pregare che tutti coloro che sono ancora in carcere in Iran, a causa della loro fede in Gesù, siano rilasciati presto.
========================
Siria: vita quotidiana ad Aleppo. 03-03-2015. Siria. Da circa 4 anni la Siria sta attraversando una guerra distruttiva e sanguinosa. Il pastore Samuel che lavora ad Aleppo, la città più grande della Siria, ci manda regolari rapporti dandoci una visuale di ciò che i siriani affrontano quotidianamente.
La settimana scorsa è stata una delle settimane più difficili degli ultimi tempi per la nostra zona. Mercoledì scorso tre razzi sparati da ribelli sono caduti a 200 metri dalla Chiesa. Ci sono state molte vittime, ma grazie a Dio a noi non è successo niente.
Giovedì, come al solito, abbiamo avuto un culto per le donne. Le sorelle hanno continuato i loro studi sul libro di Giobbe. 35 donne (45-65 anni) partecipavano allo studio e dopo un'ora di dibattito e preghiere sono andate via, mentre io sono tornato nel mio ufficio. Alle 14:00 un membro della Chiesa mi ha telefonato chiedendomi di farmi visita e ci siamo accordati per vederci subito. Ho guardato fuori dalla finestra e improvvisamente c'è stata una forte esplosione. Un razzo dei ribelli ha colpito la strada, ma questa volta è esploso a soli 50 metri dalla chiesa.
La gente per strada era in preda al panico. Gridavano e correvano urlando in tutte le direzioni. La strada era piena di gente, perché molti erano sui marciapiedi per vendere vestiti di seconda mano o altri oggetti usati. In pochi secondi, il colore rosso dominava la strada: il sangue era dappertutto. Morti e feriti: oh Signore! L'ennesimo film dell'orrore. Ma non era il cinema, era reale: Io guardavo impietrito dalla finestra del mio ufficio.
In pochi secondi mi sono reso conto che la persona che stavo aspettando doveva passare proprio per quella strada. Scuotendomi, sono sceso in strada e ho iniziato a cercare il fratello mentre i soccorsi arrivavano. L'ho chiamato insistentemente al cellulare e grazie al cielo ha risposto: "Nel momento in cui ho lasciato il negozio per venire da te pioveva molto e sono tornato indietro per aspettare che smettesse. Poi improvvisamente ho sentito quella forte esplosione". Senza fiato e tra il frastuono del caos gli ho detto: "Consideralo un miracolo del Signore per la tua vita. Ha piovuto solo per 5 minuti; l'esplosione è avvenuta proprio in quei 5 minuti". Gli ho ricordato che la nostra preghiera quotidiana è il Salmo 91, col quale il Signore rassicura il suo popolo.
Quando sono tornato al mio appartamento sopra l'ufficio, ho scoperto che alcune finestre erano state danneggiate dall'esplosione. Ero in piedi davanti alla finestra dell'ufficio al momento della deflagrazione. Normalmente in quel momento, sarei stato proprio lì nel mio appartamento e probabilmente sarei stato investito dalle schegge di vetro che ora erano sul pavimento.
Alla fine della giornata, ho scoperto che almeno 8 persone erano state uccise e molte altre ferite. Signore, abbi pietà di questo popolo...